Utente 836XXX
Ho 32 anni e per curare l'acne, da almeno 8 anni, a periodi alterni, sto assumendo la pillola Diane in associazione a cure dermatologiche.
Sicuramente predisposizione genetica e pillola hanno compromesso la mia circolazione: nell' arto inferiore dx è compromessa la circolazione superficiale e profonda, in quello sx la circolazione superficiale; ho qualche capillare rotto nelle gambe, braccia, mani e petto e sono affetta da dermografismo.
Come cura l'angiologo mi ha prescritto Vitamina C,E,Fleboral e plantari flebici.
Per ora il danno estetico non è molto evidente, so che l'unica cura possibile è cercare di tamponare la situazione e che sospendere la pillola sarebbe l'ideale, ma questo non è possibile.
Pratico attività fisica, cammino parecchio, faccio esercizi per favorire la circolazione anche mentre sono in ufficio.
L'uso di calze contenitive potrebbe essere ancora più d'aiuto?
Il fatto che il mio angiologo non me le abbia prescritte è un bene o un male?
Potrei inserire qualche altra abitudine nella mia vita di tutti i giorni per favorire la circolazione?
Ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
La calza elastica trova un razionale d'uso in base all'esito dell'ecocolordoppler che non è possibile desumere dalla domanda. Tra le calze elastiche il grado di compressione dipende pure da quanto e dove sono compromessi gli assi venosi.
Circa alcuni consigli di carattere pratico, la invito a consultare la seguente pagina http://www.forzanini.it/consigli%20iv.htm dove potrà trovarli in modo spero esauriente. cordialità,