Utente 286XXX
Gent.mi Dott.ri,

sono il padre di una ragazza di 23 anni la quale, sin dalla nascita, ha avuto problemi di allergie nei confronti di diversi alimenti (olio d'oliva, uova, crostacei,ecc,) nonchè svariate intolleranze per alcune sostanze.
Naturalmente, non le manca la dermatite atopica e mi è stato detto che la sua istamina è sempre a livelli molto alta.
Non so se la mia domanda può sembrare poco attinente, ma ho bisogno di capire se queste problematiche possono influenzare il suo comportamento il quale, sempre più spesso, è di facile irritabilità, oppositivo, poco disponibile al confronto,di facile alterabilità.

Vi ringrazio anticipatamente per le attenzioni che vorrete dedicarmi.
PDS

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
86337

Cancellato nel 2009
Gentile Utente,
i problemi di cui parla, allergici da un lato e comportamentali dall'altro, non sono correlati in maniera assoluta... mi viene da pensare, però, che una malattia fortemente pruriginosa come la dermatite atopica possa avere dei riflessi sulla condizione psicoemotiva di una persona, specie se il sintomo prurito si manifesta di notte alterando il ritmo sonno-veglia... per il resto, data l'età, occorre considerare anche il fisiologico processo evolutivo di una giovane donna che sta cercando la sua autonoma collocazione nella vita... percorso pieno di difficoltà e disagi...
Se ha altri particolari da suggerirmi per una migliore interpretazione, mi faccia sapere...
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2007
Gent.le Dott.
La ringrazio per per la risposta competente e cortese.
pds