Utente 107XXX
Salve a tutti,ho diciassette anni ed ho iniziato ad avere rapporti da sei mesi.
Scrivo perchè fin dal primo rapporto sessuale la mia ragazza,l'unica con cui sono stato,ha avuto particolari dolori vaginali durante la penetrazione e irritazioni e bruciori dopo i rapporti,di differente mole(duravano e durano da circa un giorno fino anche a quattro).
chiedendomi quale fosse la causa ho pensato a diverse ipotesi:

una ragione(mi vergogno a dirlo)potrebbero essere le mie dimensioni che al parere di lei e a quanto pare di alcuni siti,sono piuttosto grandi.Il mio pene eretto misura(anche se non penso c'entri molto la lunghezza quanto la circonferenza)18-19 centimetri(lunghezza) e 16 centimetri di circonferenza.
mi vergogno ancora di più quando dico di avere avuto problemi persino coi preservativi visto che quelli "normali" mi stringono terribilmente e sono costretto ad indossarne di larghi (larghezza nominale 57 mm).

vista la dimensione ho pensato che le facessi male per questo motivo ma poi ho pensato anche al fatto che forse la curvatura a sinistra (non esagerata) del pene influisse ...

La mia ragazza prende pillole anticoncezionali e nei giorni in cui le interrompe faccio uso del preservativo ma il problema persiste e non conoscendo particolarmente questo tipo di contraccettivo ho fatto delle ricerche a riguardo,ma non ho trovato nulla che potesse influire.

ho saputo che il ragazzo con cui stava prima di me le aveva contagiato la candida non usando il preservativo e questo mi ha fatto pensare al fatto che forse non ne fosse mai guarita ! anche se tutto questo sembra abbastanza assurdo perchè sono anni che non lo frequenta e lei se ne è curata.Poi comunque mi è stato spiegato che quando aveva la candida il dolore era molto peggiore e poi, se fosse ancora infetta avrei dovuto averla anche io !

Ora io non mi sento bene con me stesso perchè credo che dipenda tutto da me,
le è triste perchè pensa che sia lei che "non è buona" come mi dice sempre
e ora è come se si avesse paura di fare l'amore visto che poi porta tutti questi problemi ...

Grazie per l'aiuto e a presto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
cosiglierei prima di tutto una controllatina ginecologica alla ragazza, tanto per escludere: inadeguata lubrificazione vaginale, irritazioni o infiammazioni locali. Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Anzitutto grazie per la risposta.
Il controllo ginecologico per lei verrà eseguito a giorni...
so che non avrei voce in capitolo ma escluderei la questione della lubrificazione inadeguata,sia per il fatto che ho deciso di usare un lubrificante intimo da quando ho visto che il problema durava e sia per il fatto che di fatto si vede e si sente la sua lubrificazione quando è eccitata(perdonatemi).
Questa comunque è la mia idea da persona "ignorante" in materia ed il controllo verrà eseguito.

Volevo chiederle se il controllo ginecologico a Suo parere,debba essere eseguito in un momento in cui la ragazza presenta questi dolori e bruciori (quindi dopo uno-due giorni da un rapporto ) oppure in un momento diciamo "normale" ?

grazie di nuovo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
l' interessanto ne sa ovviamente più del medico in tema di lubrificazione, l' ho messo per completezza. Il controllo va fatto in presenza di sintomi. Faccia sapere se vuole.
[#4] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
il controllo ginecologco e' stato eseguito:
la dottoressa ha riscontrato una scarsa lubrificazione vaginale ed una cute molto delicata e fragile.

e' stato esegiuto un pap test ma non ne e' risultato nulla di importante.

perche' scrivo questo ? la risposta e' semplice ...
la cura prescritta dalla specialista ginecologa ha avuto effetto solo in quanto ad aumento della prouzione di(muco ?)...ma nonostante questo incremento i dolori,le irritazioni e le bruciature perduranti continuano !

come mai tutto questo ? risposta ovvia: ed io che ne so?
dopotutto ha parlato una ginecologa no ?

ho chiesto al mio medico curante una visita andrologica spiegandogi tutta la situazione, ma mi ha riferito che un androlgo non avrebbe molto da dirmi ... bene ed io cosa faccio ?

continuo a pensare che la curvatura influisca come allo stesso modo il fatto che non riesco mai a concludere un rapporto prima di un'ora e mezza (ma capita anche che duri per piu di due)

tutto cio' combinato con la delicatezza di lei puo' essere la causa ?
puo' servirmi una visita andrologica ?

continuo a farle male ma anche a cercare risposte ...
grazie infinite per l'aiuto


[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
pene curvo ed eiaculazione lenta-ritardata non comparivano o non li avevo visti nel suo post precedente. Un consulto da collega è buona cosa.