Utente 115XXX
Buon giorno,sono una giovane ragazza di 24 anni che da un anno mi dicono di avere la tachicardia ventricolare...mi viene ripetutamente ogni sera e qualche volta anche di giorno...vorrei capire cosa dovrei fare per evitare queste cose che mi insospettiscono un pò in quanto già le ho da tempo.... Mi sono consultata più volte con il mio medico curante, anche quando la tachicardia era in atto,e l'unica cosa che mi ha saputo dire è che si trattava di nervosismo dandomi 10 gocce di lexotan ...Ma l'atto di assumere queste gocce non mi hanno dato nessun benificio ,anzi, i battiti continuavo ad esserci sia l'intera giornata, nottata ed il giorno a seguire ripetendosi sempre ciclicamente.
Alla fine non avendo trovato soddisfazione alle mie perplessità,ho deciso di rivolgermi a un medico privato ed a pagamento che ha eseguito un elettrocardiogramma (il quale elettro è a posto) e mi ha fatto portare la casseta holter per precauzione con esito 80 battiti singoli sopraventricolari...Avendo in famiglia diversi casi di tiroide,ho fatto pure le analisi ed una ecografia alla tiroide, e non è uscito niente....Tra l'altro è bene che lei sappia che in ogni ciclo, perdo il ferro che non riesco ad assimilarlo ne tramite medicine e ne tramite alimentazione quindi non assimilandolo , sono costretta a fare le flebo....visto che non riesco ad arrivare a capo di questa situazione,mi rivolgo a voi per qualche consiglio,o strada da percorrere nelle visite,in quanto non so più (come,e) in quale situazione muovermi, se possibile.
Vorrei solamente un consiglio su cosa e come mi devo compartare quando mi vengono queste cose che mi fanno sentire debole e a volte mi fanno mancare pure un po l'aria....da cosa può dipendere? dal ferro? Dall'alimentazione? Dalla pressione bassa? bho, vi prego di dirmi qualcosa se possibile,e grazie per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Dubito che tali episodi aritmici siano da ascrivere a episodi di tacicardia ventricolare. E' piu' probabile che essi siano determinati nella migliore delle ipotesi da tachicardie sinusali, oppure da episodi di tachicardia SOPRAventricolare. Una eventuale tachicardia ventricolare cosi' prolugata e cosi' frequente sarebbe certamente da trattare nel minor tempo possibile perchè estremamente pericolosa, ma ripeto non credo che si tratti di episodi di tachicardia ventricolare. Si faccia spiegare bene dal medico che ha posto la diagnosi quale potrebbe essere l'alterazione da lei lamentata e mi faccia sapere.
A disposizione per ulteriori consulti.
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo dottore,
la ringrazio per avermi risposto....Sono andata di nuovo dal medico e questi battiti,li ha chiamati extrasistole,anche se non mi ha spiegato nè da cosa siano causati e ne cosa devo fare nel momento in cui arrivano....è apparso un sintomo nuovo dottore....Prima che arrivino questi battiti vengo travolta, partendo dalle gambe, da un senzo di freschezza tipo menta che arriva fino alla faccia...ho paura dottore la prego mi spieghi...
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le extrasistoli sono dei fenomeni che normalmente succedono nel cuore di ognuno di noi, anche senza soffrire di alcuna malattia al cuore.
Quindi viva serena soprattutto se il suo medico, che ha avuto modo di parlare direttamente con lei e magari anche di visitarla, non le ha prescritto ulteriori accertamenti.
Saluti