Utente 107XXX
Provo a inserire la mia situazione in questa categoria, può darsi che un approccio generale possa aiutarmi.
La mia odissea è iniziata a marzo con senso di stanchezza (nei mesi precedenti avevo avuto spesso vertigini e qualche volta stanchezza, effettuati numerosi esami e visite senza giungere a nulla), quindi una mattina verso metà marzo tiro fuori la lingua davanti allo specchio e vedo che è bianca. Scorrendo in internet ho visto un possibile collegamento con l'aids (candida?). (Nel 2005 ho avuto dei rapporti orali non protetti.) Ho effettuato a marzo due test hiv presso due ospedali romani, con esito negativo.
Purtroppo accuso una serie di sintomi preoccupanti: mal di gola (da qualche giorno dopo la lingua bianca), manifestazioni dermatologiche sulle gambe (questo ormai da dicembre), a volte prurito anale, movimenti gastrointestinali soprattutto notturni (candidosi intestinale?), inappetenza, costipazione, eruttazioni continue, parestesie in diverse parti del corpo, tremori, movimenti involontari degli arti. Dormo malissimo (4 ore a notte). Sono dimagrito diversi chili. Ho da tempo steatosi epatica e linfoadenopatia ascellare documentate (mi hanno sempre detto di non preoccuparmi!!!!).
Nel frattempo ho effettuato una eco addome, una rx torace e delle analisi del sangue di routine che non hanno evidenziato problemi particolari.
Per quanto riguarda il tampone linguale, non ha evidenziato miceti, però mi hanno detto che può accadere.
Ultimi aggiornamenti: fatto visita gastroenterologica e gastroscopia, non hanno evidenziato grossi problemi, solo un pò di reflusso. Se c'era candida avrebbe dovuto risultare o sbaglio?
Dal 20 aprile vedo che alcune macchie sul viso bianche hanno cancellato la barba. Ulteriore segno? Stress? Il dermatologo ha detto che non gli sembrava strano!!!!
Continuo ad accusare stanchezza, lingua bianca, movimenti gastrointestinali non dolorosi soprattutto notturni, spesso dolore retrosternale, eruttazioni, pesantezza gastrica, stipsi, da qualche giorno ho dolore e pesantezza muscolare nelle gambe. Purtroppo mi autoprescrivo delle medicine, ma so che sbaglio, pertanto prendo mycostatin e diflucan, ma il risultato è scarso.
Fatto altri esami sangue: terzo hiv negativo a maggio, quindi esami per
ebv, cmv e toxo, tutti negativi per infezioni in corso, e toxo anche
pregresse, viceversa ho gli anticorpi per ebv e cmv (evidentemente avute in passato, ma non lo sapevo). Negativo per sifilide ed epatite b. Effettuata tipizzazione linfocitaria, la percentuale dei T4 (41%) è nel range e il rapporto tra T4 e T8 è 1,3. Esami tiroide e ferro normali.
Datemi un consiglio, ripeto forse un approccio generale può aiutarmi, sono allo stremo, anche psicologicamente.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Credo che dovrebbe evitare di prendere farmaci importanti senza prima il necessario consiglio da parte del suo Medico: qualsiasi sostanza immessa nel nostro organismo provoca una reazione ma, se non vi e' un motivo specifico per farlo, ne avremo soltanto gli effetti negativi, senza pero' alcun beneficio apprezzabile, come infatti lei stesso ha rilevato.
Molti dei suoi disturbi hanno una causa organica (per esempio il reflusso) che deve essere curata con appositi farmaci. Altri invece (come le parestesia o l'alopecia della barba) possono senz'altro essere causate da uno stato ansioso tutt'altro che latente.
Piuttosto che effettuare inutili e costosi accertamenti le consiglio dunque di recarsi dal suo Medico di Famiglia pregandolo di aiutarla a trovare le soluzioni che cerca indagando parallelamente nelle due direzioni che le ho citato.
Cordiali saluti