Torna a Medicitalia.it oppure fai il LogIn     

Ultimi aggiornamenti da Medicitalia:

Feed RSS Dr. Rosario Vecchio

torna alle news
 

Approvato dalla FDA utilizzo del Fingolimod nel trattamento della sclerosi multipla

 Neurologia - News generale del 19/12/2010 - 2692 visite

Fingolimod è la prima terapia orale approvata negli Stati Uniti per le forme recidivanti di sclerosi multipla e rappresenta un importante passo avanti per le persone affette da questa malattia.

Fingolimod, primo di una nuova classe di farmaci, i modulatori del recettore della sfingosina-1 fosfato (S1P-R), commercializzato con il nome commerciale di Gylenia, ha dimostrato nei trials clinici, un’efficacia superiore ad interferon beta-1a IM, con una riduzione delle ricadute del 52% ad un anno.

Uno studio della durata di due anni, controllato verso placebo, ha dimostrato che fingolimod riduce in modo significativo il rischio di progressione della disabilità.



Altri articoli di Dr. Rosario Vecchio:

Commenti alla news:
1. Utente 318045 il 31/08/2013 ha scritto:
salve dottore mi scusi se commento questo suo articolo riferendogli una domanda non attinente, ma volevo parlare ed essendo iscritto da poco non ho trovato altro modo.. mio marito ha 30 anni e fino a poco tempo fa era in ottima salute .. il 29 aprile 2013 ha subito un piccolo intervento per via di una fistola sacrococcigea inoltre ha avuto dei dolori ai testicoli e il medico gli ha somministrato degli antibiotici.. un mese circa dopo l'operazione ha accusato degli intensi dolori che partivano dalla nuca per poi finire fino alla fronte, ha avvertito dolore per circa 3 settimana preoccupati siamo andati al pronto soccorso dove ha eseguito un atak non gli è stato riscontrato nulla .. poi dopo un mese ha avuto problemi alla vista, l'oculista ha riscontrato un papilledema bilaterale.. siamo andati all'ospedale di siracusa, li, hanno fatto l'atak e la rm senza contrasto.. anch'essi con esiti positivi dopo di che siamo andati da altri oculisti e tutti ci hanno consigliato di ritornare in ospedale così mio marito ha optato per l'ospedale di messina, adesso è ricoverato in neurologia al papardo Piemonte, anche qui ha fatto tutti gli esami rm concontrasto analisi del sangue atak facciale visita dall'otorino oculista, e anche la rachicentesi inoltre il 3 settembre dovra' fare un altro esame oculistico e pure la fluorangiografia.. il medico ci ha detto che il suo problema e' causato dall'ipertensione endocranica benigna.. io mi sono già documentata prima che loro mi dicessero cosa fosse, il medico mi ha detto di non preoccuparmi però io vorrei un altro parere medico. ho letto che lei riceve anche ad augusta, noi abitiamo proprio li .. magari quando verra' dimesso vorrei poterla inconrare anche perché mio marito avra' bisogno di essere sempre seguito da un medico... ho letto molte recinsioni su questa malattia e' ho molta paura che lui possa persino perdere la vista lei cosa mi consiglia e soprattutto vorrei sapere se c'e' qualche esame da fare in modo che lei possa valutare meglio la situazione quando ci incontreremo.. mi scusi se ho fatto qualche errore d'ortografia, e soprattutto per essermi dilungata troppo.. in attesa di una sua risposta le invio cordiali saluti. Roberta.
.
2. Dr. Rosario Vecchio il 31/08/2013 ha scritto:
Gentile Roberta

L'ipertensione endocranica benigna può essere gestita non si preoccupi. Tranquillamente a disposizione all'ospedale di Augusta basta che prenoti la visita con il CUP dell'ospedale.
3. Utente 318045 il 01/09/2013 ha scritto:
grazie dottore, appena mio marito verra' dimesso richiedero' l cartella clinica e prenotero' la visita.. la data di dimissione e' ancora incerta.. i medici domani inizieranno la somministrazione del diamox.. purtroppo dopo la rachicentesi mio marito accusa forti mal di testa e non puo' alzarsi in piedi, hanno somministrato il bentalan e un gastroprotettore, ma il dolore non passa assolutamente.. non capisco alcuni medici dicono che e' normale altri dicono di no.. non so a chi dare retta.. purtroppo non mi dicono nulla sono riuscita ad avere un colloquio solo con un medico durante questi dieci giorni, poi nessuno mi ha piu' parlato vorrei sentirmi rassicurata e francamente non vedo l'ora che lui esca da quell'ospedale!!! so soltanto che giorno tre fara' un angiorisonanza.. spero di incontrarla presto per poter avere piu' sicurezze e piu' informazioni..
cordiali saluti Roberta

Aggiungi commento


Clicca qui per accedere con il tuo utente oppure registrati gratuitamente per commentare.

 

L'autore ha scelto le seguenti regole per commentare questa news:
X [commenti NON AMMESSI da parte dei professionisti iscritti]
O [commenti AMMESSI da parte degli utenti]


 

Condizioni di utilizzo
MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento, sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il medico curante. No al fai da te: affidati sempre al tuo medico di fiducia.

Autori e copyright
Per partecipare a Medicitalia ogni professionista invia la documentazione della propria abilitazione professionale.
Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti.
E' vietata la riproduzione e la divulgazione, anche parziale, senza autorizzazione scritta.

Dichiarazione di conformità alle linee guida emanate dall'Ordine:
Il sottoscritto Dr. Rosario Vecchio dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito è diramato nel rispetto delle linee guida approvate dalla FNOMCeO inerenti l’applicazione degli artt. 55, 56 e 57 del Nuovo Codice di Deontologia Medica.