Il difficile mestiere di genitore.... di figlio disabile

Dr. Daniele TonlorenziData pubblicazione: 10 settembre 2016

 

disabile

 

Se fare il genitore è complesso.... essere genitore di un ragazzo disabile lo è molto di più ed impegna ai limiti delle possibilità fisiche ed economiche.

Uno studio effettuato in Malawi, e pubblicato su rivista internazionale

Child Care Health Dev. 2016 Jul da università locali insieme ad università inglesi, si propone di studiare i problemi dei genitori di bambini con disabilità intelletive. 

Stanchezza, difficoltà finanziarie, angoscia e altri problemi psicologici affliggono i genitori anche per l'incertezza della sorte che colpirà i figli quando loro saranno vecchi.

Il risultato è discriminazione ed esclusione, che portano padri e madri a problemi di salute mentale.

Sono stati studiati nel 2015 i genitori che hanno avuto bambini con diagnosi di disabilità intellettiva da due cliniche in due città in Malawi. Dieci discussioni e quattro interviste approfondite sono state registrate su nastro, trascritte e tradotte in Inglese.

Nello studio i genitori denunciano un accesso limitato ai servizi per i loro figli e per i loro problemi psicologici; si sentono vittime di discriminazione, hanno problemi di salute mentale legati al loro ruolo assistenziale, hanno avuto idee suicide e in alcuni casi sono stati addirittura costretti dai vicini di uccidere il loro figlio disabile.

DISCUSSIONE E RACCOMANDAZIONE:

I risultati di questo studio sono simili a quelle effettuate in altri paesi, compreso suicidio e figlicidio.

  • Masulani-Mwale et al. Parenting children with intellectual disabilities in Malawi: the impact that reaches beyond coping? Child Care Health Dev. 2016
  • Gona JK et Al. Caring for children with disabilities in Kilifi, Kenya: what is the carer's experience? Child Care Health Dev. 2011.
  • Erjona Dervishaliaj Universiteti i Vlores “Ismail Qemali”, Fakulteti i Shkencave Humane, Vlora, Albania. Parental Stress in Families of Children with Disabilities: A Literature Review Erjona Dervishaliaj Journal of Educational and Social Research 2011.

Considerazioni.

I genitori dei disabili hanno un impegno per sempre e le criticità aumentano quando questi invecchiano. "Padre tenta affogare il figlio disabile nel lago di Viverone, salvato da passante" Un pensionato di 76 anni, residente a Bollengo, avrebbe tentato di togliere la vita al figlio di 52 pare che poi volesse suicidarsi. Ora rischia il carcere, ma una società che si dice civile non dovrebbe portare le persone a questo punto. La solidarietà che contraddistingue il nostro paese nel caso di calamità (transitorie) sembra "distratta" dai problemi quotidiani di queste persone.

 

figlio disabile

Interessante leggere 

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2015/12/14/news/dopo_di_noi-128508966/   

Trovare i fondi per "aprire il dopo di noi ANCHE alle persone non ricche" sta animando la discussione della politica in questi giorni. Diritti solo per i ricchi.... questa mi sembra una buona base di discussione.

Autore

dtonlorenzi
Dr. Daniele Tonlorenzi Gnatologo, Dentista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1989 presso Università Pisa.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Massa Carrara tesserino n° 1202.

7 commenti

#1
Dr. Enzo Di Iorio
Dr. Enzo Di Iorio

Daniele ottimo spunto di riflessione. Sarebbe interessante riproporre gli stessi studi nel Nord Europa ( Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca ecc.). Lì esiste un vero Welfare e credo che i risultati sarebbero diversi.
Purtroppo noi italiani popolo di "artisti", siam tanto bravi a inventare, creare, molto meno a copiare, neanche i modelli che funzionano...e questo non e' sempre un bene. Se avessimo saputo farlo probabilmente ci sarebbe ancora l'impero Romano e a Washington come a Pechino si parlerebbe italiano.
Un caro saluto

#5
Dr.ssa Valeria Randone
Dr.ssa Valeria Randone

Buon giorno Daniele,
Articolo davvero interessante che tocca le corde emotive di tutti noi.

Ha priprio ragione la qualità di vita è scadente e,soprattutto, non ci sono spiragli di luce per il loro futuro..

L'angoscia più grande che vive un genitore di un figlio disabile, è quella relativa al "dopo" di lui.

Che fine faranno questi ragazzi?
Istituti?
É giusto sovraccaricare i fratelli, quando li hanno?
Ecc...

Speriamo che possa davvero cambiare qualcosa.

Un caro saluto.

Valeria

#6
Dr. Daniele Tonlorenzi
Dr. Daniele Tonlorenzi

Quanto tempo dedica la religione alla pastorale su questo problema? Pubbliche assistenze? Misericordie? Croce Rossa? Informazione su giornali e TV? Associazionismo in genere? Davvero stiamo parlando DEGLI INVISISIBILI..... E DEI LORO GENITORI.

#7
Dr. Daniele Tonlorenzi
Dr. Daniele Tonlorenzi

10 SETTEMBRE 2016 ore 19:38 padre di 62 anni uccide a coltellate il figlio 38enne disabile e poi tenta il suicidio. "L'ho fatto per amore" dice il padre. Ma questa società come può dormire tranquilla?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche disabile 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gnatologia clinica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio