Eritema nodoso e tiroidite

Gentili dottori, vi scrivo per chiedervi aiuto dopo mesi di confusione.Premetto che ho 35 anni, soffro di endometriosi,per cui ho subìto tre laparoscopia, ed ho una tiroidite di Hashimoto, attualmente in cura con Tiche 100.
Ad agosto 2017, dopo un periodo di forte stress dovuto alla perdita di mia sorella, durante una passeggiata, ho avuto una serie di punture d' insetto, numerose, su entrambe le gambe. Davano fastidio e lì per li applicai il foille insetti. Dopo una ventina di giorni ne notai solo uno, rosso caldo e dolente e mi recai dal medico curante, il quale non seppe dirmi cosa fosse e mi fece fare una serie di esami inutili fino a quando non si decise a mandarmi da un reumatologo, da cui andai a dicembre. Il reumatologo mi disse subito che si trattava di eritema nodoso,che era comparso anche sull'altra gamba,ma sempre in forma lieve, e che questo può essere tutto o niente e mi prescrisse altri esami.Da questi esami del sangue e da una radiografia al torace, risultò tutto nella norma, eccetto:una lieve anemia microcitica, il tsh lievemente basso (0,254* 0.400-4.00) tireoglobulina alta (223,0 fino a 60), ves:20 *
[#1]
Dr. Ida Fumagalli Gastroenterologo, Allergologo, Diabetologo, Pneumologo, Medico internista 497 15
Consultati con il tuo medico curante che valuterà se gli esami già fatti siano o meno sufficienti.
Consiglierei se non già fatto anche una valutazione per eventuale infezione batterica che richieda una terapia antibiotica.
Data la anemia microcitica va controllato il ferro e se carente integrato.
Consiglio anche lo screening per celiachia e altre forme intestinali.
Sarà il tuo medico curante a seguirti nell'approfondimento di questo problema che può avere diverse cause
Utile anche escludere un'infezione da borrellia burgdorferi se potrebbe esserci stato un morso di zecca.....
Talvolta può derivare anche da farmaci.

Dr. Ida Fumagalli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite per la sua risposta.
L'anemia la sto curando con la folina e il ferrograd e ho corretto anche la mia dieta.
Nel frattempo ho eseguito altri controlli richiesti da un immunologo per escludere altre cause anche più serie, come linfoma o epatiti e altre malattie reumatiche e per fortuna è tutto ok, a parte un'insufficienza di vitamina D. Pensa che possa incidere in qualche modo all'eritema nodoso?
Mi ha prescritto una crema da mettere sugli eritemi che ormai stanno svanendo.
A breve dovrò tornare da lui con tutti gli esiti, inclusa un'eco completa dell'addomme che è risultata nella norma e gli porrò la questione che ha rilevato lei sulla puntura di zecca. Grazie per il suo tempo. A presto!
[#3]
Dr. Ida Fumagalli Gastroenterologo, Allergologo, Diabetologo, Pneumologo, Medico internista 497 15
La carenza di vitamina D Sembra possa avere conseguenze a diversi livelli tra cui a livello della regolazione del sistema immunitario.
Bisogna trattare la sua insufficienza ma soprattutto chiarire la sua causa.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per la sua disponibilità.
Posso chiederle se questa carenza è per forza qualcosa di preoccupante? Che altri indagini si devono fare per approfondire?
Spero non ci sia nulla di serio sotto.
Grazie sempre.
[#5]
Dr. Ida Fumagalli Gastroenterologo, Allergologo, Diabetologo, Pneumologo, Medico internista 497 15
Può stare tranquillo
È un problema molto comune
Può dipendere da scarsa assunzione alimentare, scarsa esposizione al sole, disturbi intestinali con difetti di assorbimento.......
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite, è stata gentilissima.
Tanti auguri di buona Pasqua!
[#7]
Dr. Ida Fumagalli Gastroenterologo, Allergologo, Diabetologo, Pneumologo, Medico internista 497 15
Anche a lei buona Pasqua

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa