Utente 286XXX
Egregi dottori,
vorrei abusare della vostra gentilezza per la seguente questione relativa alle modalità di uso della paroxetina contro l'eiaculazione precoce (ne soffro da sempre, ma non in maniera grave).

Su consiglio del mio medico ho fatto una visita con un andrologo, che mi ha consigliato di prendere Paroxetina o Priligy con la seguente modalità (delle due l'una)

A) Uso quotidiano, 10 Mg (piu' pratica, piu' efficace, ma con effetti collaterali, specie nel lungo periodo peggiori)
B) Al bisogno, 3/4 ore prima, 20 mg (meno pratica e efficace, ma con effetti collaterali molto minori, se presa non piu' di due volte a settimana)
C) Prendere Priligy 1/3 ore prima
Io ho scelto l'opzione B, con risultati eccellenti e con effetti collaterali, modesti, limitati ad episodi di diarrea, episodici, ma forti giramenti di testa e sonno un po disturbato la sera che la prendo.

Per tutta una serie di motivi, ho parlato della cosa con un nuovo conoscente, che si è rivelato essere un andrologo, il quale mi ha detto che prendere 20 Mg di Paroxetina in forma discontinua, una volta (o due ) a settimana è molto pericoloso, dato che l'organismo soffre gli sbalzi di seratonina, non il livello tenuto alto dai farmaci e mi ha consigliato 5mg tutti i giorni!!

Mi piacerebbe avere anche la vostra opinione..io con 20 mg al bisogno mi trovo benissimo, prendere medicine cosi' potenti tutti i gorni per tutta la vita mi preocccuperebbe.

Per farla breve, quali sono le potenziali controindicazioni a prendere 20 Mg di paroxetina (circa 1 volta a settimana, massimo 2?).
Quale è la soluzione con meno effetti collaterali e danni nel lungo periodo? Giornaliera o al bisogno?

Vi ringrazio in anticipo della vostra risposta.

Cordiali saluti,

Jacopo

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'assunzione di medicinali al di fuori delle indicazioni (off label),può portare ad effetti collaterali non sempre esportabili per tutti i casi clinici.Sinteticamente,quindi,Le consiglio di assumere la sola dapoxetina,unico medicinale che è indicato ufficialmente nella cura della eiaculazione precoce,che,tralaltro,per Sua stessa ammissione,non è rilevante.Non sottovaluterei il ricorso ad uno psicosessuologo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 286XXX

Grazie Dottore della sua gentile e pronta risposta.

Il problema del Priligy è solo il prezzo, io ho scelto Paroxetina anche perchè entrambi gli andrologi consultati mi hanno detto che è nonostante sia "off label" è quello piu' usato.

Ma se ho ben capito gli effetti a breve e lungo periodo della paroxetina non sono prevedibili per gravità e tipologia?

Buona Giornata.

Jacopo

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...è così.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Come suggerito dal Dr.Izzo, la cura per l' e.p, e' spesso combinata : farmacologica e psicosessuologica.

L' e.p, e' caratterizzata dal non riconoscimento e dalla scarsa capacita' di procastinare nel tempo, il punto di non ritorno eiaculatorio, se non si lavora su quello e sulle diamiche psichiche e soprattutto di coppia che fanno da palcoscenico alla sua e.p., solitamente si ottengono risultati transitori.

Le cause sono spesso multifattoriali, ed affrontandole tutte, senza tralasciarne nessuna, si puo' affrontare la disfunzione, in tutte le sue sfumature.

L' ansia sottostante, le emozioni correlate, le dinamiche che abitano la sua sessualita' devono essere analizzate, per comprendere i fattori scatenanti e soprattutto quelli di mantenimento

Le allego qualche lettura ,

https://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce-e-pensieri-ossessivi-e-catastrofici

https://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1190/Eaiculazione-precoce-cause-da-cattivo-apprendimento-sessuale

https://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/796/Eiaculazione-precoce-ed-alessitimia-quale-correlazione
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5] dopo  
Utente 286XXX

Egegi Dott Izzo e Dott.ssa Randone,
grazie delle vostri gentili e professionali risposte.

Cordiali saluti,

Jacopo

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 286XXX

Grazie anche a lei Dott. Beretta, molto gentile.

Jacopo