Utente 432XXX
Buongiorno, questa estate mi è stata riscontrata tramite colposcopia e biopsia "lesione squamosa intraepiteliale di basso grado LSIL su metaplasia squamosa caratterizzata da CIN 1 ed alterazioni cellulari da HPV. In attesa di ripetere il pap test con HPV a maggio 2017, sto facendo una cura con colpofix. Nel frattempo, il ginecologo mi ha consigliato di far fare al mio compagno un test hpv tramite analisi del liquido seminale. Dato che su internet ho letto pareri contrastanti sull'efficacia di questo test, vorrei avere un consulto più autorevole e nello specifico sapere che tipo di esame deve fare per sapere se ha contratto il virus.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

forse potrebbe bastare, per il suo compagno, un tampone balano-prepuziale per la ricerca del DNA dell'HPV .

Dica a lui di sentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
431733

Cancellato nel 2018
Probabilmente sia per lei che per il suo compagno sarebbe utile il vaccino anti-HPV nonavalente. Per lei ovviamente deve decidere il suo ginecologo, per il suo compagno l'andrologo a cui si rivolgerà.
Il test HPV con PCR si può eseguire sull'uomo, ma va svolto su tre settori: il tampone dell'area glande-prepuzio, il tampone uretro-prostatico, lo sperma. La PCR potrà rilevare la presenza del virus anche se non è clinicamente evidente alcuna manifestazione.
In ogni caso sino alla sua guarigione completa, come penso le abbia già detto il ginecologo, i rapporti dovranno essere solo protetti con preservativo.