Utente 431XXX
Salve a Tutti,
e congratulazioni per il fantastico lavoro che fate!!!
Vengo al punto.
Sono Marco di quasi 40 anni , ho una vita eterosessuale attiva.
Vivo in un paese piccolo e "La gente mormora"!!!
Quindi sottolineo che il vostro lavoro è utilissimo anche in casi come il mio dove il Medico Curante conosce Tutti....(ci siamo capiti).
Due giorni fa mi è capitato di risentire tramite messaggi una ragazza con la quale ho avuto circa 2 anni fa alcuni rapporti sessuali completi non protetti (pochi comunque , 3-4 rapporti in tutto).
Questa ragazza per come la conosco io , ha avuto pochissimi partner e una vita sessuale "morigerata".
Io un pochino meno.
Era arrabbiata con me ,
e mi ha confessato che da un anno ha scoperto tramite PAP TEST di avere il Papilloma Virus,
pensa che sia stato io a contagiarla (credo che non mi voglia risentire per darmi ulteriori spiegazioni a riguardo).
La cosa è possible.
Domanda 1: Come faccio a vedere se io ho il Papilloma Virus (se sono portatore,ecc)???
Domanda 2 : Da quasi un anno ho una nuova ragazza (alla quale tengo molto e stiamo progettando di avere un bimbo),
Come faccio a vedere se gliel'ho trasmesso , senza fargli sospettare che forse sono un portatore (se lo sono)???
Domanda 3 : Dato che io e la mia nuova ragazza stiamo provando ad avere un bimbo , se rimanesse incinta , e già avesse contratto il Papilloma Virus, che rischi ci potrebbero essere???
Grazie Anticipatamente a Tutto lo Staff.
Fatemi Sapere.
Grazie Mille!!!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
1) Può eseguire un apposito tampone uretrale per ricercare con PCR la presenza di DNA dell'HPV.
2)La sua ragazza deve effettuare annualmente il PAP test: in tale occasione il Ginecologo può richiedere la verifica della presenza di HPV nelle cellule dello striscio.
La gestione deve per forza di cose essere affidata alla coppia.
3) Se la sua ragazza non ha condilomi clinicamente evidenti, ma dovesse risultare positiva all'HPV, la gravidanza eventuale non comporta alcun rischio per il nascituro.
Comporta rischi per la donna se risulta infetta da ceppi oncogeni per la possibilità di carcinoma della Portio: in tal caso deve essere controllata annualmente dal Ginecologo ed effettuare il PAP test, per intervenire, eventualmente, precocissimamente.

Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 431XXX

La Ringrazio Infinitamente Dott. Caldarola!
La sua risposta è stata chiara ed esaustiva.
Procederò come mi ha consigliato.
Grazie!!!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Arrivederci,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.