Utente 366XXX
Salve a tutti,
Sono un ragazzo di 18 anni insoddisfatto dalle misure del pene. Attualmente queste ammontano a circa 12-13cm di lunghezza in erezione, ma il vero problema è costituito dalla circonferenza. Non consigliatemi psicoterapie per l'auto-accettazione perché non è ciò che cerco. Pur avendo rapporti sessuali, questi sono il più delle volte mediocri per via delle scarse dimensioni. Dunque, avendo solo 18 anni appena compiuti e non essendo ancora pienamente sviluppato (la barba è ancora inesistente per intenderci), mi chiedevo se vi sono cure naturali in alternativa alle operazioni chirurgiche per l'allargamento e l'allungamento del pene.

Ho letto sul web riguardo l'assunzione del testosterone come metodo per aumentare la crescita in soggetti dai 16 ai 18 anni. E' davvero così? Se sì, da chi posso farmela prescrivere? Ed ha qualche effetto collaterale indesiderato? O è addirittura potenzialmente nocivo per l'organismo e, in particolare, favorisce la formazione di cellule tumorali?

Vorrei inoltre precisare una peculiarità del mio caso. Probabilmente a causa della posizione in cui ho sempre riposto il pene flaccido all'interno dei boxer (in sù, anziché in basso), ad oggi il mio pene, anche a riposo, non è mai completamente in giù, anzi, sembra essere dritto, quasi come se fosse in stato di erezione. E' possibile che questa sia la causa di una scarsa crescita? Ho pensato che tale posizione non favorisce il flusso sanguigno e che negli anni, questo può aver ridotto drasticamente la crescita potenziale. Ammesso che sia corretta la mia supposizione, si può ancora far qualcosa?

Il vostro contributo potrebbe cambiarmi la vita.
Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore inutile ogni consulenza telematica in assenza di una visita in diretta perché bisogna vedere dal vivo come è messo veramente . Per il resto eviti voli pindarici
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 366XXX

Dr. Cavallini,
comprendo la necessità di veder dal vivo prima di esprimere opinioni e giungere ad eventuali conclusioni sul da farsi. Tuttavia, può dirmi se le risulta che l'assunzione del testosterone in soggetti della mie età può fare la differenza?

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008