Utente 435XXX
Buongiorno,
Io e la mia compagna da alcuni anni stiamo cercando una gravidanza che non arriva, lei ha eseguito tutti i controlli del caso ed è risultata fertile e sana, io ho eseguito presso l'ospedale di Castelfranco Veneto uno spermiogramma che ha dato i seguenti risultati:

Data consegna materiale : 08/09/2016

Astinenza : 4 GG
Ora della raccolta : 7:30
Ora della consegna: 8:20
Vol: 3 ml.
Aspetto: fisiologico
Liquefazione completa: < 1ora
Viscosità: ridotta
PH: 7,2
Agglutinazioni: assenti
Concentrazione: 7 X10 elevato alla 6/ml
Numero Totale: 21 x10 elevato alla 6

MOTILITA'
Motilità totale (PR + NP) 30%
Progressiva (PR) : 25%
Non Progressiva (NP) : 5%
Spermatozoi immobili : 70%

VITALITA'
Test all'eosina: 75%

MAR TEST: /

SPERMOCITOGRAMMA
Normali: 16%
Anomalie della testa: 51%
Anomalie del collo: 11%
Anomalie della coda: 6%
Anomalie Multiple: 16%

CELL. SPERMATOGENICHE
Spermatogoni: 0%
Spermatociti: 1%
Spermatidi: 0%

ALTRI ELEMENTI
Emazie: <1 x 10 elevato alla 6/ml
Leucociti: <1 x 10 elevato alla 6/ml

DIAGNOSI
Oligoastenozoospermia

Abbiamo mostrato l'esito alla ginecologa che segue la mia compagna, la quale mi ha prescritto una cura a base di integratori Spergin Forte (24 giorni) + Spergin Q10 (90 giorni), cosigliandomi anche una visita andrologica.
Ho iniziato da pochi giorni ad assumere gli integratori.
Alcuni anni fa una visita dall'andrologo, il quale all'epoca aveva riscontrato un ingrossamento della prostata, a sua detta derivante dall'importante sovrappeso, ad oggi ho perso una trentina di kg seguendo una dieta equilibrata e praticando sport.
Aggiungo anche che ho eseguito test ematologici per verificare il testosterone e dosaggi ormonali che è risultato entro i limiti.
La mia domanda è la seguente:
Secondo voi esistono possibilità che possiamo avere una gravidanza in modo naturale?
Gli integratori hanno una reale utilità nel mio caso? Esistono soluzioni diverse o farmaci che possano aiutarmi a migliorare la situazione?
Ringrazio sin d'ora per la disponibilità di coloro che mi risponderanno.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

premesso che un semplice esame seminale non è sufficiente per fare una diagnosi né tantomeno indicativo di una ipotetica terapia, dal suo esame risulta un'infertilità che va ricercata attraverso una visita per stabilire se esistono patologie in grado di interferire oltre a ripetere l'esame seminale, meglio in un altro laboratorio, per confermare o meno i dati riportati e inoltre dovrebbe riportarci per intero i dosaggi ormonali eseguiti.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Gentile Dr. Maretti,
Innanzitutto la ringrazio per la celerissima risposta e le riporto di seguito per intero i dosaggi ormonali.
Aggiungo che dalla precedente visita andrologica non sono risultate alterazioni e/o varicocele in quanto ho eseguito anche un ecodoppler con annessa ecografia.

DOSAGGI ORMONALI

s-TSH: 2,00 mUI/L
s-Follitropina (FSH): 3,6 mUI/mL
s-Luteotropina(LH): 3,8 mUI/mL
Prolattina: 18,2 ng/mL
s Testosterone: 2,83 ng/mL
s-DHEAS: 156 ug/dL

Non so se posso approfittare della sua professionalità e cortesia per avere qualche altro consiglio / delucidazione in merito al tipo di infertilità che ho.
Mi spiego meglio con esami di questo genere esistono possibilità di concepire?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Dai dati che ci riporta sembrerebbe essere presente un ipogonadismo quindi servirebbe sapere il valore in volumi dei suoi testicoli, mentre per rispondere alla sua ultima domanda le probabilità di concepimento con i dati riportati, sono sotto al 2,5% anno con almeno due/tre rapporti settimanali.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4] dopo  
Utente 435XXX

Gentile dott. Maretti ,
Le riporto di seguito il referto del Dott. Andrea Pronto che mi ha visitato:

All'E.O. Didimi ed epididimi in sede, nella norma per morfologia, volume e consistenza; deferenti presenti e palpabili bilateralmente; presente varicocele di secondo grado a SX, formazione tondeggiante a carico del funicolo a DX; asta normalmente fibroelastica ghiandola prostatica apparentemente ai valori grandi di norma per l'età, di consistenza ancora nei limiti, con margini liberi.
Ecografia scrotale con ECD scrotale : volume didimo DX pari a circa 13,02 cc, con assenti focalità di parenchima, in corrispondenza del funicolo, è presente formazione cistica ben delimitata di diametri cm. 1,04 X cm. 0,91 circa; volume didimo SX di circa 14,05 cc. Con presenza di varicocele di secondo grado secondo Sarteschi, non focalità parenchimali, minima falda d'idrocele.

Misure didimi:
RT Testicle L 4,05 cm
RT Testicle H 2,49 cm
RT Testicle W 2,46 cm
RT Testicle Vol 13,02 ml
LT Testicle L 4,64 cm
LT Testicle H 2,26 cm
LT Testicle W 2,56 cm
LT Testicle Vol 14,05 ml

Attendo una sul gentile riscontro, nella speranza di averle fornito ulteriori informazioni utili a capire meglio la mia situazione.
Dal suo punto di vista che percorso mi consiglierebbe di seguire?
Grazie ancora della gentile disponibilità
Cordialità

[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Dipende molto anche dall'età di sua moglie, tuttavia dai referti sembrerebbe avere dei volumi testicolari nei valori minimi e quindi per preservarne la loro integrità e pensare ad un miglioramento serve fare un intervento di varicelectomia e quindi aspettare almeno tre mesi e ripetere poi l'esame seminale per valutare i possibili miglioramenti.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#6] dopo  
Utente 435XXX

Gentilissimo Dott. Maretti,
Innanzitutto la ringrazio di cuore per le sue precise risposte e consigli, mi spiace non averle rsposto prima, ma ero fuori città per lavoro.
La mia compagna ha 34 anni, soffre da oltre 10 anni di ipotiroidismo di Hashimoto ed è in cura con Eutirox.
Da circa 2 anni gli è stata diagnosticata ad Aviano da un collaboratore del Prof. Tirelli la fibromyalgia, ad oggi stiamo ancora cercando una soluzione per alleviare i fastidiosi sintomi che le sono costati il lavoro purtroppo.
Dalle ultime indagini effettuate non sembra avere nessun problema particolare di fertilità.
Se ha bisogno di ulteriori dettagli rimango a disposizione.
Se possibile vorrei chiederle un parere, ipotizzando di intervenire sulla varicocele, lei crede che ci siano delle reali speranze di avere una fertilità maggiore o tale da poter cercare una gravidanza naturale? In caso contrario seguendo altri iter possiamo arrivare ad una gravidanza? Assumere integratori come Spergin Forte e Spergin Q10 crede possa produrre beneficio?
Mi scuso per la mole di domande, ma in lei abbiamo visto un serio professionista, potremmo anche pensare di prendere appuntamento per una visita nella sede più vicina a noi.
In attesa di un cordiale riscontro le rinnovo i più sentiti saluti

[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'intervento di varicocele è consigliato per cercare di migliorare i suoi parametri seminali oltre a preservare la sua situazione attuale, altri iter possono essere solo quelli di una PMA, mentre per i prodotti descritti non credo possano servirle.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#8] dopo  
Utente 435XXX

Gentile Dottor Maretti,
Ho effettuato oggi una visita andrologica eseguita presso l'ospedale di Castelfranco Veneto dal dott. Merico; le riporto di seguito il referto:

Visita a paziente per infertilità di coppia (RF 6-7 aa) l'anno scorso il paziente è passato da 145kg a 115 con attività fisica; partner 34 anni, cicli regolari.

Esame obiettivo / Ecografia

PAO 140/88
H 180 cm
Peso 117,5 kg
Cuore 72R, pseudoginecomastia, addome globoso per adipe; fegato nei limiti; asta regolare, testicoli in sede ( all'ecografia 48X23X33 mm, cisti epididimo dx 10mm, varicocele sinistro 1 grado), tiroide ecograficamente nella norma.

Ho fatto visionare al medico gli esami che le ho già esposto nei post precedenti.

Diagnosi:
Oligoastenozoospermia in infertilità di coppia (RF 6-7aa) in obesità; minimo varicocele sinistro

Considerazioni
Utile attività fisica aerobica giornaliera, dieta ipocalorica ricca di antiossidanti.
Inizi Genadis 1 bustina/die
Rivaluto il paziente dopo eco-doppler scrotale eseguito in angiologia; se il varicocele sarà minimo valuterei terapia con FSH.

Prescrizione di esami:
Esame culturale:
Micoplasmi/ureaplasma ricerca e identificazione - liquido seminale
Alfa idrossiprogesterone
Chlamydia Trachomatis ricerca diretta (e.i.a.) - liquido seminale.

Il medico a suo parere dice che la varicocele sx è molto modesta e se riconfermata tale potrebbe essere ininfluente un intervento che richiederebbe tempi di attesa di circa 1 anno.
Lei è d'accordo su un eventuale trattamento con FSH?
Ritiene che tale approccio possa garantire miglioramenti significativi ?
Gradirei se possibile un suo commento/analisi in relazione a questi nuovi dati.
Tenga conto che la prima visita andrologica che le ho postato in precedenza era del 2008, questa è di oggi.
Ringraziandola per la sua gentile disponibilità attendo fiducioso un suo gentile riscontro.
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

non entro in merito agli esami che le hanno richiesto poiché non l'ho visitata, mentre le ho già espresso i miei consigli e cioè che l'intervento di varicocele è consigliato per cercare di migliorare i suoi parametri seminali oltre a preservare la sua situazione attuale, altri iter possono essere solo quelli di una PMA e aggiungo dieta e attività fisica per ridurre ancora di peso e TERAPIA ormonale sostitutiva per il suo ipogonadismo.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#10] dopo  
Utente 435XXX

Buonasera,
Aggiorno la situazione con le ultime novità:
Ho rieseguito visita andrologica con relativa ecografia, il medico ha rilevato una varicocele pressoché inesistente di conseguenza non ritiene utile e proficuo l'intervento che a suo parere farebbe perdere solo tempo senza garanzia di risultati.
Diciamo che il rapporto beneficio/tempo non gioca a favore.
Mi ha fatto iniziare un ciclo di 6 mesi di Fostimon con 3 iniezioni a settimana.
Lo specialista è abbastanza ottimista sulla possibilità di concepimento naturale considerando come dati di partenza quelli dello spermiogramma che ho mostrato nei precedenti post.
Mi ha chiesto di ripresentarmi in autunno con nuovo spermiogramma.
Attualmente sono arrivato alla 8 iniezione, esistono serie possibilità di concepimento aumentando il numero degli spermatozoi con tale cura?
Volendo fare una previsione, statisticamente quante possibilità esistono che con una situazione similare alla mia si riesca a concepire naturalmente?

Grazie fin d'ora a chiunque abbia la gentilezza di rispondere

[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
direi che tra antiossidanti prima (prescritti a suo dire dalla ginecologa) e ora da un "varicocele pressochè inesistente", come ci scrive, quando invece è stato trovato un reflusso di grado secondo quando i gradi sono quattro, le terapie e le indicazioni che le hanno dato non hanno dato alcun risultato se non quello di metterla ancor più in confusione, tuttavia le ho già detto che l'intervento può e ripeto può migliorare la situazione in maniera naturale, la terapia con fostimon in un paziente ipogonadico come lei, dovrebbe essere preceduta da una terapia con HCG per ripristinare i livelli di testosterone e quindi poi associarla ad una terapia con FSH.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it