Utente 433XXX

Salve a tutti. Circa 6 mesi fa ho avuto degli sfoghi sul glande e prepuzio a livello infiammatorio, dopo vari trattamenti e diagnosi errate, attraverso l'assunzione di un antimicotico e l'applicazione di creme naturali (calendula e olio di mandorle) il problema sembrava essersi risolto.

Dopo breve tempo però si sono ripresentate queste microlesioni eritematose, che vanno via in seguito all' applicazione delle creme di cui sopra, ma che si ripresentano e non regrediscono.

Mi sono recato da un andrologo (in precedenza ero stato solo da dermatologi) che mi ha prescritto un tampone su solco balano-prepuziale con metodica PCR-DNA (mi sembra si chiami così) e sono risultato positivo al ceppo 58 dell' Hpv.

Ho un pò di confusione in testa e cerco chiarimenti: lo stesso andrologo mi aveva prescritto una peniscopia, che l'urologo da cui mi ero recato per effettuare questo esame mi ha sconsigliato, dicendo che non chiarisce nulla e sostenendo che le macchiette e i puntini non sono diretta conseguenza dell' hpv.

L'andrologo sostiene il contrario. Non ci sto capendo più molto e chiaramente la mia preoccupazione aumenta. Vorrei recarmi in un centro specializzato per affrontare il problema. Vi pongo un paio di domande:

  1. Esiste una terapia di rinforzo del sistema immunitario che aiuti a debellare il virus?
  2. Queste microlesioni esterne vanno trattate chirurgicamente?
  3. Mi sapete consigliare un centro specializzato in questa patologia, possibilmente su roma, ma eventualmente anche in altre zone d'Italia?

Grazie mille per l'attenzione, un saluto

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PERUGIA (PG)
ROMA (RM)
JESI (AN)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve
se è positivo all'HPV vuol dire che è infetto e infettante nei confronti del prossimo con cui abbia contatti. le lesioni da HPV sono di solito diverse da quelle che lei descrive e la peniscopia è di solito in grado di distinguerle. Le lesioni da HPV possono essere trattate con laser o diatermocoagulazione o altre metodiche.Esistono sistemi per migliorare la risposta immunitaria anche se il migliore rimane perseguire una buona salute attraverso una vita sana.
Nel suo caso andrebbero valuatate in diagnosi differenziale le lesioni che si creano attraverso un igiene sbagliata tipo saponi troppo forti, per capirsi.
cordialmente
Dr Giulio Biagiotti
www.andrologiaonline.net

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Grazie per la risposta. Le macchiette e i puntini aumentano di intensità anche in seguito ad attività fisica. Mi chiedo se il tutto non sia dovuto più ad uno stato di forte secchezza della pelle che ad hpv. Ci potrebbe essere secondo lei anche una forma di dermatite allergica, magari alimentare? Io sono un soggetto allergico e da piccolo ho sofferto di dermatite atopica. Lei dice anche che solitamente le manifestazioni da hpv sono diverse, ma, le chiedo, possono essere anche queste che io descrivo. Il mio andrologo sostiene di si, l'urologo dice di no. Grazie millle, un saluto.

[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PERUGIA (PG)
ROMA (RM)
JESI (AN)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
da qua non posso dirle di più senza avere la possibilità di visitarla
cordialmente
Dr Giulio Biagiotti
www.andrologiaonline.net