Utente 476XXX
Salve dottore,
La ringrazio per l'aiuto che mi sta dando leggendo questo messaggio. Vado al sodo. Da qualche giorno ho rispreso un'attività fisica dopo un mese e mezzo di stop, e la stessa sera del primo giorno di allenamento, ho notato che il mio testicolo destro si era indurito e ingrossato. Da quel momento la situazione è rimasta costantemente invariata, in stato di riposo la cosa non mi crea particolari fastidi, percepisco solo il testicolo destro più "pesante" e duro dell'altro, ma quando faccio sforzi (come attività fisica) il testicolo si indurisce e si gonfia ulteriormente, aumentando la sensazione di pesantezza. Perdipiù, il testicolo mi duole durante l'eiaculazione, poichè, mentre durante l'eccitazione lo sento solo gonfiarsi e indurirsi in maniera non eccessiva, al momento dell'eiaculazione esso si indurisce e si gonfia enormemente ad ogni "pompata" di liquido seminale, tanto da costringermi a interrompere l'eiaculazione per il dolore.
Di cosa può trattarsi tutto ciò? Il problema al testicolo può essere collegato alla ripresa dell'attività fisica (all'aperto, quindi al freddo) dopo molto tempo? È necessaria una visita da un medico o da uno specialista? È un qualcosa di insolito e preoccupante o un problema comune in queste circostanze e a quest'età?
La ringrazio nuovamente moltissimo

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,penserei ad un riflesso cremasterico o ad un problema legato ad una pubalgia e/o ernia inguino scrotale.INfine,le ricordo che qualsiesi tumefazione scrotale va monitorizzata con un ecocolordoppler,con esami ematici e,soprattutto con una visione diretta da parte di uno specialista.Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it