Utente 400XXX
Buongiorno, vi scrivo perché da 9 mesi sto facendo la terapia sostitutiva con testosterone. Ultimamente ho notato dei problemi. Vi spiego: 3 mesi fa, qualche giorno prima di eseguire la 3a iniezione (1 ogni 12 settimane, t. undecanoato) ho effettuato le analisi del sangue, ed é risultato fortunatamente tutto nella norma. L'ematocrito era a 50,4 (il massimo é 52). Il testosterone invece era a 380. Il medico dal quale ero andato mi disse che prima di effettuare la successiva iniezione, dovevo assicurarmi che il testosterone fosse nel "quarto inferiore", cioè tra 300 e 400. Almeno cosi mi disse. Venerdì ho effettuato il prelievo del sangue per le analisi, siccome il lunedì seguente avrei dovuto fare l'iniezione. La cosa che mi preoccupa é che ho notato che l'ematocrito é salito a 51,2 (tre mesi fa era a 50,4), e la cosa strana é che il testosterone era a 528. Purtroppo le analisi mi sono arrivate martedì, e lunedi avevo già fatto l'iniezione.
Cosa mi consigliate di fare? Verso fine aprile dovrei poi avere la visita con l'endocrinologo, ma ne passa ancora un po' di tempo...
Non capisco come mai i valori di ematocrito si siano alzati anche se verso la fine i valori erano a 380... Ora che l'ho effettuata con i valori a 528, si alzeranno ancora, suppongo...
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

a 24 anni, una terapia con testosterone dovrebbe essere seguita da uno specialista che controlli il suo liquido seminale ed i suoi valori ormonali.
a mio parere non si prescrive una terapia con testosterone se non dopo una approfondita diagnosi endocrinologica
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 400XXX

La terapia mi é stata prescritta dopo più di 1 anno e mezzo di ipogonadismo, e dopo aver eseguito esami del sangue di ogni genere, compresi esami sull'ipofisi e sui testicoli...terapia confermata da 3 dottori differenti. L'unico esame che nessuno ha ritenuto necessario é lo spermiogramma...
I valori del sangue sono sempre risultati nella norma. L'unica anomalia che ho riscontrato é recente, ed é quella da me descritta, cioè che precedentemente, verso la fine della dodicesima settimana, i valori di testosterone erano a 380 ng circa, e ora sono risultati essere a 528. Non mi spiego il motivo. Da ciò suppongo che si dovrebbe allungare il periodo da 12 a 13 (o 14) settimane, ovviamente avendo effettuato con un certo anticipo le analisi del sangue del testosterone...
Le analisi del sangue, essendo sempre state nella norma, le ho sempre fatte visionare al mio medico di famiglia...
Grazie