Utente 487XXX
Gentili dottori,non so se avete la possibilità di leggere il mio post precedente e mi scuso anticipatamente se un po’ ripetitivo.
A causa del mio peyronie con altri sintomi associati alla sfera sessuale e non, sono andato da un endocrinologo che mi ha prescritto degli esami e mi ha diagnosticato lieve insulino resistenza e lieve deficit androgenico, mi ha prescritto metformina 750 1cps al di e mi ha rimandato l appuntamento per un controllo con relativi esami tra tre mesi.
Il mio medico di base ora però vedendo gli stessi esami si è rifiutato categoricamente di prescrivermi la metformina dicendomi che in base agli esami e al mio peso non ne avevo bisogno e che addirittura poteva farmi più male che bene dal momento in cui tale farmaco a detta sua altera il metabolismo...
ora non so che fare vi posto i valori degli esami nella speranza di avere anche una vostra opinione a riguardo:

Glicemia: 108 (75-115)

Insulina: 15,56 (1,9-23,0)

Testosterone: 3,30 ( 2,4 - 8,27)

Prolattina: 8,0 ( 2,64-13,13)

ACTH: 37,60 ( fino a 46)

Cortisolo: 209,2 (52,7-224,5).

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lette le precedenti e corrette risposte ricevute dal collega Cavallini, mi sembra che le considerazioni del suo medico di famiglia potrebbero essere condivise e, in questa prospettiva, se ancora dubbi sulle indicazioni ricevute, bene sentire eventualmente un altro specialista di riferimento, in diretta.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica reale, "vera" rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Dottore quindi assodato da quanto ho capito che non ho bisogno della metformina potrebbe darmi anche il suo parere su reale o meno deficit androgenico?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

un "deficit androgenico" non si valuta solo attraverso quattro dosaggi ormonali in cui per altro il testosterone risulta nei limiti della norma, anche se verso il basso.

Questi quadri a volte li vediamo in presenza di stress acuti o cronici od altro ancora.

Senta ora in diretta sempre il suo andrologo di riferimento.

Come già dettole: "la visita medica specialistica reale, "vera" rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 487XXX

Capisco.... il problema è proprio questo dottore... sono stato visitato da uno specialista,( a detta anche uno dei più bravi) e mi è stata fatta una diagnosi,poi vado dal medico di famiglia e mi dice tutto il contrario,ora io sono solo un paziente con un problema che mi tormenta e che non sa a quale dottore dare credito .... non so più cosa fare sono solo confuso.
Grazie ancora per la disponibilità dottore

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In questi casi, come già indicatole, bene sentire, ma in diretta, cioè nel mondo reale e non virtuale, una "terza campana".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 487XXX

Sicuramente farò cosi...
Dottore ho un ultimo dubbio.... per caso l insulino resistenza tra i suoi tanti sintomi può dare nell UOMO uno sfoltimento generale e non a chiazze dei peli pubici,ascellari e dell lato esterno di entrambe le tibie?.
Grazie di tutto e buona giornata.

[#7] dopo  
Utente 487XXX

Dottore gentilmente potrebbe rispondere solo a questa domanda?
Grazie

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione, la sua domanda risulta incomprensibile ed un pò assurda.

Risenta ora il suo specialista di riferimento in diretta.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com