Utente 144XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni, ho sempre avuto problemi nella sfera sessuale. A 16 anni sono stato operato per una forte deviazione del pene verso il basso che mi impossibilitava ad avere rapporti sessuali, ho sempre avuto remora nel confidarmi con qualcuno per la natura del problema, fortunatamente ho trovato il coraggio di parlarne e risolvere il problema.

ora mi trovo in una situazione simile e ho deciso di affrontare il problema, ma questa volta non so bene a chi rivolgermi.

fin dalle prime esperienze sessuali ho avuto problemi di controllo dell'eiaculazione, con durate dei rapporti di pochi secondi e alle volte addirittura con eiaculazione precoce ante portam. Ho provato a richiedere visite andrologiche con l'ospedale vicino ma sono sempre state molto approssimative e soprattutto lente nelle tempistiche di attesa (2-3 mesi dalla prenotazione), mi hanno consigliato di provare Priligy (dapoxetina) e crema Emla con scarsi risultati.
Con Priligy ho avuto effetti collaterali leggermente fastidiosi (vertigini e sincope) ma veloci e passeggeri, non ho avuto la possibilità di provarlo per un rapporto sessuale ma non mi è sembrato cambiasse molto sulla durata della masturbazione.
Anche la crema Emla non ha sortito molti effetti sul punto di vista delle tempistiche di masturbazione e anzi, rafforzato l'ipotesi che sia un disturbo di tipo primario e prevalentemente psicologico.

Il reale problema sta nel forte disagio psicologico e blocco che mi crea nell'approcciarmi con ragazze della mia età: seppur io possa
combattere la timidezza o paura dell'approccio, so in fondo che nel momento di un possibile rapporto sarebbe un fiasco completo. Ciò comporta un frustrante e stressante senso di colpa verso ragazze attratte da me che non capiscono i miei comportamenti distaccati e "strani" verso loro per evitare possibili rapporti.

Vorrei poter approcciare il problema da un lato mentale psicologico e uno medico andrologico per cercare di risolvere al meglio e nella maniera più efficace possibile la situazione. Il fatto è che non so a chi rivolgermi, vorrei evitare ospedali pubblici che richiederebbero lunghe attese per farmi un veloce controllo e dirmi di tornare tra 3 mesi, solo che non so proprio da dove iniziare, non so a chi chiedere, non so quali figure professionali in zona dove vivo posso affidarmi e ovviamente data la natura del problema è difficile chiedere pareri a conoscenti e parenti intorno a me.

Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

molto frequentemente, una deviazione congenita del pene si associa ad una difficoltà a conseguire una ottimale rigigità ed a mantenerla per tempi accettabilmente lunghi.
Questi problemi erettili hanno una motivazione vascolare.
A questa "insicurezza erettile" si associa spesso o ne consegue una eiaculazione estremamente rapida
Cerchi di consultare un andrologo che con un rigiscan o un esame ecodoppler penieno, possa stabilire le caratteristiche della sua funzione erettile.
Cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 144XXX

la ringrazio per la risposta, effettivamente non avevo mai preso in considerazione l'eventualità che la mia deviazione congenita potesse essere una delle cause dato che con l'operazione pensavo si fosse chiuso quel capitolo. Anche durante la mia unica visita in ospedale dall'andrologo non sembrava aver destato molto interesse questa informazione.

In ogni caso non riferisco alcun problema di rigidità ne tanto meno di mantenimento dell'erezione, anzi da quel punto di vista sono sempre stato molto tranquillo.
Anche senza problemi di erezione l'eiaculazione precoce può essere associata alla mia deviazione congenita?

In ogni caso seguirò il suo consiglio e riproverò una visita dall'andrologo.

[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
CARO LETTORE

LA MIA ERA SOLO UNA IPOTESI DI LAVORO
NE PARLI CON UNO SPECIALISTA "IN DIRETTA"
CARI SALUTI
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org