Utente 508XXX
buonasera,

da circa due mesi dopo una diagnosi di "lieve depressione" da parte del medico curante e dello psichiatra a cui mi sono rivolto in seguito sto assumendo ogni giorno 10 mg di escitalopram in pastiglia come da prescrizione. Le cura però sta provocando svariati disturbi in ambito sessuale che con il passare delle settimane si sono evoluti.
cerco di spiegarmi meglio, le prime due settimane dall' inizio della cura non riuscivo ad avere un orgasmo e la libido era praticamente calata a terra per arrivare fino alla situazione odierna dove l orgasmo riesce ad arrivare ma il piacere del rapporto nel senso fisico è calato (sembra che a volte non riesca a sentire nulla durante il rapporto) provocando una perdita dell erezione.
il medico curante mi ha detto che questi effetti passeranno con il tempo ma avrei delle domande a cui spero riuscirete a darmi risposta
- sono normali effetti collaterali del farmaco che sto assumendo?
-c'è qualche modo in cui io possa migliorare la situazione visto e considerato che sono appena ad un terzo della cura e ci dovrò convivere per almeno altri 4 mesi?
grazie anticipatamente per il tempo dedicatomi e per le eventuali risposte

buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la disfunzione erettile,analogamente alla riduzione del desiderio/piacere sessuale,vanno considerati sntomi e non malattie.Nel suo caso,é evidente il rapporto con l'assunzione degli SSRI,per cui,meglio starà dal punto di vista psichico e sempre meno avvertirà il disagio sessuale.Nel frattempo eseguirei il dosaggio degli ormoni sessuali Testosterone totale,Prolattina,LH e,sopratutto,approfitterei per consultare un esperto andrologo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it