Utente 498XXX
Salve dottori,
vorrei sottoporvi la questione relativa al mio stato di salute. Sono fidanzato da 6 anni con una ragazza e non riusciamo ad avere un rapporto sessuale completo. Entrambi, quando ci siamo conosciuti, alla prima esperienza, abbiamo tentato tante volte ma senza esito. Lei prova dolore non appena si accenna una penetrazione; io, invece, negli ultimi tempi, perdo l'erezione non riuscendola a mantenere a lungo per tentare di entrare. Purtroppo questa cosa mi è sfuggita di mano; mi sento senza forze, perennemente stanco, ho perso anche il minimo pensiero sessuale, fatico ad avere erezioni soddisfacenti. Questo pensiero mi ossessiona, mi sento ferito nel mio ruolo di maschio, la mia autostima è scivolata inesorabilmente verso il basso, sono davvero molto triste e piango frequentemente. Mi sento da buttare via per non riuscire ad avere un rapporto sessuale, nonostante i miei 28 anni, e questo mi fa soffrire molto. Non dormo bene, vado in ansia, sono svogliato e ho difficoltà di concentrazione. Pratico sport 3 volte a settimana, non sono in sovrappeso, ma ho un desiderio sessuale completamente assente.
Vi chiedo un aiuto più che un consulto perchè non so davvero cosa fare e come comportarmi e soprattutto non so a chi rivolgermi oramai.
So soltanto che la mia vita qualitativamente sta scivolando in un baratro. Potrei aver qualche problema ormonale, o è solo di natura psicologica?
Vi ringrazio per l'attenzione e la disponibilità.
Attendo i vostri pareri a cui sarò ben lieto di rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'unica strada per uscire dal tunnel,a questo punto,é legata alla consultazione di un esperto andrologo che possa porre una diagnosi di primo livello e,con una eventuale terapia,permettere di risolvere un disagio sessuale che non ha età.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Dottore la ringrazio per la cortese e celere risposta.
Volevo chiederle, anche se senza visita medica è difficile rispondere, se secondo lei questo problema è solo di natura psicologica oppure può essere anche organica?
Qualche anno fa feci una visita andrologica ed esami ormonali (tra cui prolattina, testosterone ecc) ed uscì tutto nella norma, non vi era alcun problema. Anche le analisi della tiroide sono uscite normali.
E anche all'epoca delle analisi, circa 2 3 anni fa, la situazione era questa. Possibile che sia cambiato qualcosa?
L'urologo al quale mi rivolsi, mi consigliò uno psicologo dopo aver fatto analisi della prostata, ecografia, valori ematici ed ormonali. Anche se mi consigliò di assumere Cialis 5 mg, cosa che però non feci.
Grazie per l'attenzione.
A presto Dottore.