Utente 459XXX
Salve dottori, ho 18 anni e soffro di fimosi, ho il prepuzio troppo stretto, tanto da impedire l'erezione. Se provo ad avere un'erezione la pelle ricopre tutto il glande e non riesco a scoprirlo. Se scopro il glande con l'organo rilassato la pelle si accumula tutta al di sotto creando un ammasso che mi strozza il corpo del pene. Spesso questo ammasso di pelle si forma invece sopra il glande e mi crea parecchio fastidio ed imbarazzo, anche quando cammino si nota. Recentemente sono andato da un urologo che mi ha prescritto un prodotto per pulire all'interno ma non mi ha raccomandato niente, mi ha soltanto detto con tono sarcastico "non ti piacciono le ragazze? Sei troppo santo", poi con tono non molto garbato ha chiesto a mio padre se stavo andando da uno psicologo perché mi trovava strano. Questo problema mi crea abbastanza imbarazzo e compromette la mia vita sessuale, forse dovrei sottopormi ad un intervento chirurgico? Dovrei presentarmi nuovamente dall'urologo? A causa di questo problema non riesco a masturbarmi e non posso avere rapporti, anche se in realtà, forse per questioni ormonali, non ne sento l'impulso ma meglio così, perché a me queste cose fanno impressione. Vi ringrazio sentitamente.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

forse nel suo caso ci potrebbe essere anche l’indicazione verso una correzione chirurgica dell’anello fimotico, da lei denunciato, ma purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com