Utente 580XXX
Come molti maschi, mi ritrovo sul pene e sulla corona del glande le papulee perlacee.

Ci convivo da decenni e sinceramente non mi hanno mai generato alcun tipo di problema di natura estetica.


Capita però che di tanto in tanto, dopo attività sessuale o masturbazione, alcune di essere, soprattutto nei pressi del frenulo o nel corpo del pene (1 centimetro sotto il glande), o proprio sulla corona dello stesso si infiammino creando delle vere e proprie afte dolorose che scompaiono naturalmente nell'arco di 4/5 giorni.


Cosa si può fare per:

1) Evitare che questo succeda (ho notato che i lubrificanti aiutano molto essendo un effetto che nasce dallo sfregamento)?

2) Curarle nella loro fase critica quando si infiammano?


Grazie per le risposte.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

impossibile darle una risposta corretta da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com