Disfunzione erettile

Gentili Dottori
Vi scrivo in merito ad un problema di Disfunzione Erettile.
Chiedo di leggere attentamente prima di dare qualche prezioso consiglio.

Assumo finasteride da 3 anni, feci un trapianto di capelli.
In contemporanea psicofarmaci per 6 mesi con risultati moltonnegativi in merito all' aspetto sessuale, difatti in accordo con lo psichiatra li abbiamo eliminati.

Sono stato quindi in cura da un Andrologo, secondo cui (considerati i valori del liquido seminale del prima e post finasteride) la fina ha ridotto di molto la qualotà del seme e delle erezioni.
Mi prescrive in ordine
-Cialis (mentre ero ancora sotto psicofarmaci) ma nessun effetto.

-Viagra (dopo psicofarmaci) , piccolissimo effetto, mantengo erezione raramente ma non eiaculo
-Levitra, zero effetti.

- Vitares, nessun effetto
Tutti e tre mi portano un mal di testa molto forte il giorno dopo.

Stiamo cercando di avere un figlio, la frustazione é altissima, devo masturbarmi ed entrare alla fine nella vagina della mia raga con riflesso eiaculatorio debole che quasi metà liquido rimane dentro.

Il tutto mi sta rendendo nervoso, ossessivo (soffro di DOC) do la colpa a me, a lei perché ormai la vedo come un banco di prova.
Dopp aver speso fior fior di quattrini dall andrologo non ha altra soluzione se non darmi le 3 pastiglie.

Secondo lui dovrei lasciare finasteride, ma io temo che sia questo il problema della qua itàs del seme ma non della Disfunzione.
L' ecodoppler da lui eseguito non ha rilevato problemi, esami del sangue ok.
Cosa altro potrei fare per salvare la mia relazione, la mia vita e non cadere in depressione come podrrbbe succedere?
[#1]
Dr. Antonio Russo Andrologo, Urologo 25 5
Salve,
nella valutazione del suo quadro clinico mancano dati inerenti al suo assetto ormonale che di base può orientare al meglio sul tipo di approccio terapeutico da intraprendere sia per la disfunzione erettile che per la fertilità. Tutti i farmaci iPDE5 ( viagra e cugini) sono dei farmaci sintomatici che non hanno alcun effetto se di base c’è una situazione ormonale alterata. Rifaccia una rivalutazione Andrologica completa così da poter trovare il giusto approccio al suo problema.
Cordialemente.
AR

Dr. Antonio Russo
Specialista in Urologia e Andrologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottote grazie mille per la risposta.
Feci le analisi ormonali quando assumevo cialis e tutto sembrava in ordine .
Il mio medico curante , interpellato , ha detto che la finasteride blocca il testosterone e ció provoca i problemi riscontrati , secondo lui eliminando fina , cosí come disse l' andrologo , dovrebbe rientrare tutto . Ma mi domando come mai se ho pensieri sessuali verso donne che non sono la mia raga il mio pene va in erezione in un secomdo ? Ho paura che tutto dipenda dal vedere lei come un " banco di prova" reale , da ansia da prestazione e non da altro .
[#3]
Dr. Antonio Russo Andrologo, Urologo 25 5
Il fatto che abbia erezioni con pensieri erotici su altre ragazze é già un buon segno che organicamente il suo pene non ha problemi importanti. Purtroppo l’erezione non é un meccanismo semplice e alla base vi sono innumerevoli fattori di cui quelli psicologici talvolta sono i più rilevanti. Problemi di coppia, repressioni , rancori, timori , il sentirsi giudicati ,sono tutte cose che possono riguardare il suo rapporto con la sua ragazza e sono tutti espressi energeticamente e tradotti in neurotrasmettitori che nel loro complesso danno come risultato una disfunzione erettile situazionale ( ossia che accade in particolari occasioni). Condivida le sue paure ,i suoi desideri , le sue rabbie e anche le sue perversioni con la sua partner, senza timore di esser giudicato. Se di base non risolve la questione   fiducia  e complicità con la sua partner, la sua funzione erettile non sarà mai spontanea ed efficace. Sulla qualità del seme bisogna purtroppo conoscere i valori di spermiogramma per potersi esprimere in merito.Tutto ciò richiede un colloquio diretto con lei per comprendere se ha bisogno di un percorso psicoterapico associato a quello medico o meno. Un buon andrologo con un po’ di empatia sarebbe già in grado di indirizzarla.
Cordiali saluti.

Dr. Antonio Russo
Specialista in Urologia e Andrologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore vedo che lei riceve a Casoria , non appena saró in Italia prenderò appuntamento con lei . Effettivamente ci sono problemi relazionali
ma piú di tutto dovuti alla disfunzione erettile cje genera in me malumori che si riversano nella coppia . Li vorrei risolvere perché io amo la mia raga . Soffrendo di Disturbo ossessivo compulsivo ho paura che il rimurginio , l' ossessione tema disfunzione che ora si sviluppa pesantemente faccia ingigantire la cosa in modo abnorme .
Non posso assumere farmaci per l asia perché generano ancor piú disfunzione ,
Le terapie psico non mi hanno mai aiutato co doc . Per questo volevo capire se r come " sbloccarmi" .

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio