Utente
Buonasera, da più di un anno ho il papilloma virus.
All' inizio si presentò con la formazione di condilomi sul prepuzio, che per tre o quattro volte ho fatto asportare.
Attualmente non ho condilomi da più di 7/8 mesi ma continuo a percepire piccoli cambiamenti, innanzitutto la presenza di papule piccolissime sulla corona del glande (che poi ho scoperto essere assolutamente innocenti).
Inoltre da circa quattro mesi ho un leggero arrossamento sulla parte destra della corona del glande.
Dico leggero perchè è veramente molto lieve visto dall'esterno ma ho come la sensazione che il problema sia più in profondità.
C'è qualcosa ma il mio andrologo non ha saputo dirmi che cos'è! Poi all'interno dell'asta del pene, a metà, sento un nodulo in profondità palpabile con indice e pollice, è solido e non dolorante.
Il mio andrologo mi ha fatto un eco doppler (con il pene a riposo, cosa che mi ha lasciato un pò interdetto visto che ho letto che si fa con il pene in erezione), e dice che potrebbe essere una formazione di origine traumatica.
Se devo essere sincero non mi è molto chiara questa affermazione.
Non è finita qua, la cosa che più mi spaventa è l'esito del test per la tipizzazione dei ceppi di HPV.
Il risultato è la positività ai ceppi: 51, 35, 54 di cui 51 e 35 ad alto rischio e il 54 a basso rischio.
Detto questo, c'è la possibilità concreta che sto benedetto papilloma mi faccia venire qualche cosa in futuro?
In che direzione devo andare?
Come si agisce in questi casi?
Il mio andrologo mi ha prescritto PEYRONEX, ha fatto bene?

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore
per quanto riguarda "il nodulo" che lei percepisce si tratta di capire se si tratti di una lesione da IPP per cui potrebbe avere un senso la terapia consigliata (?) oppure nlam oresenza di una formazione papillomatosa del canale uretrale (ipotesi poco probabile ma non assolutamente impossibile) questo potrebbe essere visto con una cistoscopia flessibile, esame ambulatoriale con minimo disagio facilmenet effettuabuile
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org