Calo della libido, eiaculazione ritardata persistente, genitali poco sensibili

Gentili Dottori,

Vi espongo il mio caso.
Vorrei chiedere un parere dato che sto cercando una soluzione.
Sono un paziente di 26 anni con sindrome ansioso depressiva con terapia sertralina interrotta da 6 mesi e durata 5 anni.


Fin dalla nascita ho sempre sofferto di eiaculazione ritardata, pur avendo una buona libido ed erezioni mattutine spontanee.


Mi ritrovo con una grossa diminuzione della libido (che io faccio corrispondere con l’inizio della th), mancanza di erezioni notturne e mattutine con erezioni non soddisfacenti che mi sta dando grossi problemi sotto il punto di vista affettivo.
Insomma, non provo più piacere nel stare con una donna (anche prima ne avevo in parte di questi problemi), cosa che si riflette anche sul lato sentimentale e sul rapporto con la mia ragazza.
Durante il rapporto anche se ho un erezione non sento affatto piacere sento come il pene anestetizzato.


Passando al lato ormonale ho sempre avuto ginecomastia bilaterale, con alti livelli di prolattina (16.5 ng/mL), 17OH PRG a 2.86, testosterone a 4.39 ng/mL.
Gli altri valori sono nella norma.
La peluria pubica è di tipo androide e i caratteri sessuali secondari sono normosviluppati.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 423 2
caro lettore

le analisi sembrano regolari ma il suo problema va discusso e valutato con un andrologo non con il web
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Guardando i range di normalità sulle risposte alle analisi sia la prolattina che il progesterone sono fuori range. Non possono essere causa della mia bassa libido, visto anche la ginecomastia?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio