Fimosi e ipersensibilità del glande (2)

Buon pomeriggio.
Mi trovo a ripubblicare un quesito posto qualche giorno fa perché non riesco ad aggiungere gli ulteriori dubbi che mi sono venuti dopo la risposta di un dottore.

Questo è il primo messaggio da me inviato:
Salve a tutti.

Io soffro di quella che credo venga definita ipersensibilità del glande, ossia al minimo tocco a pene scoperto sento dolore.

Allo stesso tempo mi è stata diagnosticata anche la fimosi, e durante una visita urologica fatta poco tempo fa mi è stato detto che probabilmente le due cose sono collegate.

Tuttavia, se per far fronte alla fimosi sono stato inserito in lista per una frenuloplastica, l’unica che cosa che mi è stata consigliata per il problema della sensibilità è stato di tenere per brevi periodi il glande scoperto a contatto con le mutande.

Dal momento che questo trattamento non solo mi provoca abbastanza dolore ma finora non ha generato chissà quali effetti, mi piacerebbe sapere se ci sono altre vie per eliminare o almeno ridurre il problema.

Grazie e buona giornata.


Il dottore che in prima battuta mi ha risposto lo ha fatto dicendomi che essenzialmente dovevo limitarmi a seguire le indicazioni che mi erano state date durante la visita e che non c’era altro che potessi fare.

Tuttavia alla stessa domanda mi aveva risposto, in un altro sito, un altro professore.
Questo è ciò che mi è stato detto dal secondo dottore:
Sono certamente connesse e la soluzione è solo la circoncisione radicale (la frenuloplastica non le servirà a nulla) e dopo l'intervento, a guarigione ultimata, sarà il caso di controllare lo stato prostatico e testicolare (ecodoppler per entrambi e spermiogramma almeno base).
Nell'attesa I (breve) si alvi con sola acqua corrente più volte al giorno ed applichi qualche goccia di olio extravergine di oliva.


Dal momento che le due risposte sono quasi agli antipodi vi chiederei un ulteriore parere, visto che la lista d’attesa per la frenuloplastica è molto lunga (mi hanno parlato di almeno un anno e mezzo) e vorrei evitare di perdere tempo inutilmente.

Grazie e buona giornata
[#1]
Dr. Edoardo Pescatori Urologo, Andrologo 4,6k 107 13
Gentile lettore,
ritengo che sia importante una valutazione diretta nel suo caso, proprio per capire in particolare se si tratta di un frenulo breve (per cui potrebbe essere indicata una frenuloplastica) o una fimosi (che richiede circoncisione). Se è in dubbio con la prima valutazione consideri la possibilità di una seconda opinione da altro specialista, ma tramite valutazione diretta.

Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la velocissima risposta, mi sono già attivato per cercare un secondo specialista a cui chiedere un parere. Intanto, secondo lei, dovrei seguire il consiglio di chi mi diceva di applicare qualche goccia d’olio extravergine d’oliva sul glande scoperto per limitare l’ipersensibilità?
[#3]
Dr. Edoardo Pescatori Urologo, Andrologo 4,6k 107 13
Solitamente l'ipersensibilità è la manifestazione di una infiammazione cronica causata dalla situazione di fimosi, e si risolve con la circoncisione. Raccomanderei (con i limiti di non averla visitata) di scoprire completamente il glande, lavarlo (anche con la sola acqua se molto irritato), asciugarlo e poi ricoprirlo. Non meno di una volta al giorno. Non mi esprimo sull'olio di oliva o su altri farmaci via web, non lo ritengo opportuno.

Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio