Vene ingrossate sotto il prepuzio

Buongiorno,

Da quasi due settimane, ho iniziato ad avere sintomi quali: bruciore durante la minzione, prurito, secrezione biancastra/grigia/trasparente.
Avevo avuto già questi sintomi a febbraio quando mi trovavo all'estero e avevo fatto degli esami tra cui: urine per ricerca clamidia/gonorrea e tampone uretrale con risultati tutti negativi.
Mi era stato dunque detto di cercare di lavare la zona solo con acqua senza utilizzare sapone.
Dopo un paio di settimane la situazione si era risolta.

Essendomi tornati questi sintomi recentemente e trovandomi in Italia, il medico di base mi ha fatto fare con urgenza un esame delle urine (ha evidenziato come valori alti i globuli bianchi, "76") e un'urocoltura con esito negativo.
Nel frattempo, ho notato un ingrossamento generale del prepuzio che non accenna a diminuire e una sorta di "pallina" sempre nella parte di pelle ricoperta dal prepuzio.
Il medico di base, in seguito agli esami, mi ha dunque prescritto Monuril per due giorni, che però non ha sortito alcun effetto.

Ho fatto una visita specialistica presso un urologo/andrologo che ha individuato la pallina sotto il prepuzio come delle semplici vene ingrossate perché infiammate e mi ha prescritto un esame delle urine con ricerca PCR specifica per clamidia, gonorrea, ureaplasma e micoplasma. (Ho avuto rapporti parzialmente protetti).
Oggi l'ho portato e mi hanno dato come giorno per il referto il 7 giugno.
I sintomi non sono particolarmente fastidiosi, il bruciore è solo durante la minzione e il prurito non è continuo.
Quello che mi dà però un po' fastidio è la pallina sotto il prepuzio che risulta fastidiosa specialmente in caso di masturbazione.
Da ormai 5/6 giorni ho cercato il più possibile di evitare di toccare ma comunque queste vene non accennano a tornare normali.
Volevo chiedervi, in attesa del risultato dell'ultimo esame, il vostro parere generale riguardo la mia situazione clinica e in particolare se ci fosse qualcosa che io potessi fare, per lo meno per eliminare la presenza della vena ingrossata (oltre ai lavaggi con bicarbonato di sodio indicatomi dallo specialista)

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione,

Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Carlo Pianon Urologo 23
La descrizione (pallina sotto il prepuzio non è chiarissima) Potrebbe trattarsi invero di una microtrombosi di una vena superficiale .Tale evento può capitare dopo un rapporto sessuale o una flogosi cutanea. Provi con Hirudoid gel.Altrimenti sarebbe bene controllarla " de visu"

Dr. Carlo Pianon

[#2]
Utente
Utente
Buonasera Dottore,

Grazie innanzitutto per la risposta. Trovo due rigonfiamenti se abbasso la pelle che ricopre il glande, proprio sull'asta sotto il glande: uno a forma di pallina e uno a forma di cordoncino. Il medico mi ha consigliato di applicare Desamix Effe 2 volte al giorno per 7 gg. Lo sto usando da 4gg e non vedo cambiamenti. Lui ha ritenuto fossero delle "venette indurite". Le riporto ciò che ha scritto: "Edema del terzo distale dell'asta, glande arrossato, soprattutto sul meato. Interno del meato umido. Due aspetti segmentari di flebite dorsale. Didimi regolari".
Crede che l'astinenza sessuale (compresa masturbazione) sia necessaria fino a che queste vene non tornino normali?

La ringrazio nuovamente!
[#3]
Dr. Carlo Pianon Urologo 23
Non ci pensi e faccia serenamente quello che vuole. Non cambia niente

Dr. Carlo Pianon

[#4]
Utente
Utente
Buonasera dottore,

Per quanto riguarda le vene, Desamix Effe per 7gg non ha fatto alcun effetto.

Per quanto riguarda gli altri sintomi, la mia ultima partner ha ricevuto risultati degli esami con positività a clamidia. Il medico mi ha prescritto zitromax 500mg una volta al giorno per 3gg. Leggo ovunque però che il trattamento della clamidia dovrebbe essere 1000gr per una volta sola. Cosa ne pensa? Inoltre, c'è differenza tra zitromax 200mg/5ml sospensione orale e zitromax 500mg compresse? È uguale se prendo
la sospensione orale?

Grazie,

Tommaso