Extrasostole ventricolari

Buonasera, in merito all esito che ebbi 3 anni fa da un cardiologo della Maugeri di Pavia:
ESAME OBBIETTIVO
168 cm; 56 Kg; 110/75 mmHg;
POLSO: Polsi presenti, validi e simmetrici RESPIRO : Nulla da segnalare
CAPO E COLLO: soffi carotidei assenti bilateralmente. Giugulari non turgide, non reflusso addomino-giugulare
TORACE-APPARATO RESPIRATORIO: MV presente su tutto l'ambito polmonare
CUORE: toni cardiaci ritmici; pause libere
ADDOME: piano, trattabile, dolorabilità alla palpazione profonda assente, pulsazioni patologiche assenti
ORGANI IPOCONDRIACI: fegato non palpabile
ARTI INFERIORI: non edemi

ECG
04/10/2013: RS, 84 bpm; anomalie aspecifiche della ripolarizzazione
11/11/2013: RS 76 bpm

CONCLUSIONI
04/10/2013: Lieve riduzione della funzione contrattile bi-ventricolare. Completerei la valutazione con un test da sforzo e una RM cardiaca con MDC. Avvierei una beta-bloccante a bassa dose (Bisoprololo 1,25 mg 1 cp alla sera). Limiti il fumo.
13/11/2013: la RM conferma una iniziale dilatazione/disfunzione sistolica biventricolare senza segni di miocardiomiopatia primitiva; l'eziologia della cardiopatia è al momentoincerta (poco probabile sia ischemica); scomparsa delle aritmie dopo l'avvio del beta-bloccante che continuerei. Eseguirei un controllo ecocolordoppler, bio-umorale (Elettroliti plasmatici, Creatinina, Azotemia, Glicemia, Colesterolo LDL, Transaminasi, TSH e CPK) e clinico tra 6 mesi.
La mia domanda è la seguente: Dopo questa diagnosi ho eseguito altre 2 visite da altri 2 cardiologi i quali non mi hanno riscontrato nessuna anomalia. Continuo a prendere 5 mg di bisoprololo al die e sto bene a periodi alterni. Questo è un periodo no e avverto circa 3/4 extra al minuto che mi fanno state malissimo. Sbandamento, senso di affaticamento e malessere generale. Vorrei capire se è veramente possibile che una disfunzione boventricolare anche se lieve possa sparire e nel caso non fosse sparita se va incontro a peggioramenti. Se veramente fosse tutto rientrato come mai le extra sono sempre presenti? Inizialmente 3 anni fa erano solo notturne mentre ora sono in prevalenza diurne e durante i movimenti. Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Programmerei un Holter cardiaco a completamente delle indagini che lei ha eseguito.
Trovo strano che non l'abbia mai eseguito.
arrivederci

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore,
l'holter lo feci sempre nel 2013 e aveva rilevato 3000 extra ventricolari. Oggi ho provveduto a fare una visita cardiologica e il dottore è convinto che durante la mia ultima gravidanza nel 2013 ho avuto una miocardite virale che è completamente rientrata. Mi ha aumentato il bisoprololo da 5 mg a 7.5 mg. Completerà il tutto con un test da sforzo. Ancora però non ho capito perché se le extra sono cominciate per una miocardite perché ancora sono presenti dopo 3 anni se è tutto rientrato. Grazie
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
La diagnosi di miocardite e' una diagnosi non semplice ed impegnativa.: c'e' stato un riscontro di enzimi miocardici mossi? e' stata eseguita una ecografia?, dopo la gravidanza ha eseguito una risonanza cardiaca?
Inoltre il dosaggio di 7.5 mg di bisoprololo non e' una sciocchezza....

arrivederci
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore,
ho eseguito un ecocardio nel 2009 durante la mia prima gravidanza ed era tutto nella norma. Nel 2013, un mese e mezzo dopo la mia quarta gravidanza, ho cominciato ad avere una extrasistolia invalidante notturna. Per questo motivo ho fatto, presso la Maugeri di Pavia, un'eco, un holter, un elettrocardiogramma sotto sforzo ed una RM che hanno dato come referto quello pubblicato sopra. Il medico mi diede il bisoprololo che solo a 5 mg bloccò le extra. Successivamente ho fatto altre 2 eco, una a Pavia dopo circa 6 mesi e un'altra ad ottobre 2015 da un aritmologo qui a Salerno che diedero risultati favorevoli e mostrarono che era tutto rientrato e nella norma. Non mi era mai stata data una causa e il Cardiologo che mi ha visitata oggi, leggendo i dati mi ha detto che per lui la causa è stata una miocardite lieve che è fortunatamente rientrata contratta probabilmente durante l ultima gravidanza. L unica cosa che non capisco è come mai ogni tanto si ripresentano queste extra ora soprattutto di giorno se sono state una causa della miocardite. Completerò le indagini con un test da sforzo a breve. Per quanto riguarda il bisoprololo mi ha dato 5 mg la mattina e 2.5 il pomeriggio per bloccarmi le extra dicendomi che non è un farmaco pericoloso. Nessun riscontro con gli enzimi. Aggiungo che le extra si sono ripresentate da qualche giorno dopo uno stato influenzale. Sinceramente dottore a questo punto mi risulta difficile capire come sia possibile che alla Maugeri dopo avermi trovato una cardiomiopatia dilatativa anche se lieve mi abbiano liquidato con un 'cause incerte'!!!! Inoltre ho dovuto insistere io per avere una cura. Mi sembra bizzarro vista la diagnosi odierna.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Quindi, a parte il dosaggio degli anticorpi antiirus che non mi pare lei abbia eseguito la diagnosi di una pregressa miocardite sembra plausibile.
In tal caso e' fondamentale che lei esegua un ecocolordoppler cardiaco annualmente dal momento che una diagnosi di miocardiopatia dilatativa seppur in forma iniziale e' una diagnosi rilevante.
Un ECG das forzo e' consigliabile per valutare il comportamento delle extra ventricolari.
Probabilmente, se i volumi ventricolari fossero ancora aumentati piccole dosi di ACE inibitori sarebbe opportuna.

Arrivederci

cecchini
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la disponibilità,
Seguirò i suoi consigli anche se fortunatamente sembra tutto rientrato.
Solo un'ultima domanda, visto che è virale la tasmissione è possibile che abbia trasmesso questo virus ai miei bambini?
Cordialità
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Assolutamente no.
Si tranquillizzi

cecchini
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore,
Le riscrivo per disperazione.
Come da consiglio del cardiologo il giorno 10 cm ho aumentato il dosaggio di bisoprololo da 5 a 7.5 (5 mattina e 2.5 pomeriggio). Assumo anche peridon durante i pasti e valium a bisogno. Ad oggi le exrrasistole non accennano a diminuire, mi sento stranissima, ho anche tachicardia, sensazione di stordimento. La pressione è ottimale e l eco è regolare. I sintomi peggiorano durante la giornata. Mi chiedo quanti giorni siano necessari per regolarizzare le extra. Io così non riesco a vivere. È possibile che non mi faccia più effetto? Che siano effetti collaterali? Grazie
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
a me pare che il dosaggio possa essere eccessivo.
la cosa più intelligente é che lei esegua un altro Holter.

arrivederci

cecchini
[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore domani provo a scendere a 6.25 ma non ho capito in quanto tempo dovrebbero regolarizzarsi le extra con questo aumento di dosaggio. 5 giorni non sono sufficienti? Grazie
[#11]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
non é detto che il farmaco le funzioni, ecco perché le ho consigliato di ripetere la holter

arrivederci
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi scusi ma facendo varie ricerche mi sono imbattuta in questo recente studio sull extrasistolia e le copio le parti salienti. Queste le parole di Annibale Santo Montenero, Primario dell'unità funzionale di elettrofisiologia dell'Istituto Clinico Cardiologico di Roma.
"In conclusione sento di esprimere un ultimo commento in relazione a un recente studio pubblicato su una prestigiosa rivista americana, che invita a rivalutare l’extrasistole e il concetto di benignità a esso correlato. L’indagine ha preso infatti in considerazione una vasta popolazione sana, senza cioè una condizione clinica di base a cui l’extrasistole potesse essere secondaria, riscontrando in questa fascia selezionata lo sviluppo di una cardiopatia dilatativa successiva esclusivamente a un eccesso di battiti (ectopici) ventricolari rispetto a soggetti normali. Si confermerebbe, quindi, non solo la maggior attenzione dovuta alle extrasistole che insorgono in questa sede del cuore ma anche a rivalutare la presunta ‘innocenza’ delle extrasistole, anche in soggetti apparentemente in buone condizioni fisiche".
Ciò vorrebbe dire che la cardiomiopatia dilatativa avuta 3 anni fa poteva essere dovuta proprio dalle continue extra e non da una presunta miocardite? Io non ci capisco più nulla. Sento solo che i sintomi che ho non sono normali. Non mi prenda per pazza ma io ascolto il mio corpo. Grazie per la pazienza
[#13]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
vede signora se lei va in rete , non sapendo niente di medicina e pretende di comprendere concetti che prevedono anni di studio le succede proprio questo.


la saluto
cecchini
[#14]
dopo
Utente
Utente
Beh dottore ma questo non è un trattato di medicina, anzi è molto chiaro. A leggere sono capace. Grazie lo stesso
[#15]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Gentile Signora,

siamo 60.000.000 di Italiani ed almeno la meta' soffriamo di extrasistoli.
Se tutte le extrasistoli fossero maligne ci sarebbero milioni di morti all'anno in Italia, , cosa che evidentemente non succede.

Ci sono delle aritmie che vanno seguite e trattate , ma sono una infinitesima parte delle aritmie che presentiamo tutti quotidianamente.

Il compito del cardiologo e' quello di discernere tra i vari tipi di aritmie.

Cordialmente

cecchini
[#16]
dopo
Utente
Utente
Dottore sicuramente non tutte le extra sono pericolose ma la mia domanda era un'altra. Considerando il fatto che mi era venuta una cardiomiopatia dilatativa riscontrata dopo 1 mese e 1/2 di ininterrotte extra ventricolari e tenendo conto che è regredita dopo averle tenute a bada con i farmaci e che la miocardite è solo un'ipotesi, penso sia abbastanza pertinente, dopo aver letto di questo nuovo studio, chiedersi se per caso siano state le extra ventricolari a causare tutto ciò. Se dovesse essere così è possibile che non ci sia un modo per bloccarle? Se mi sono venute dopo 36 anni di vita ci sarà un motivo anche se la medicina attuale non lo sa trovare. È tutto molto avvilente mi creda. Grazie
[#17]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
"L’indagine ha preso infatti in considerazione una vasta popolazione sana, senza cioè una condizione clinica di base a cui l’extrasistole potesse essere secondaria, riscontrando in questa fascia selezionata lo sviluppo di una cardiopatia dilatativa successiva "

Forse ha interpretato male il senso di quanto scritto.
L'autore voleva in sostanza sostenere che le extrasistoli considerate innocenti talora precedono una diagnosi di cardiomiopatia dilatativa e non che le extrasistoli provochino cardiomiopatia.

Cordialita'

cecchini
[#18]
dopo
Utente
Utente
Forse ho interpretato male ma se leggo che lo "sviluppo di una cardiopatia dilatativa è successiva esclusivamente a un eccesso di battiti (ectopici) ventricolari rispetto a soggetti normali" capisco che è successiva è non precedente. Tutto ciò mi mette solo più dubbi. Grazie per la pazienza saluti
[#19]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
seguente non conseguente.....I primi i sintomi sono le aritmie, senza apparente cardiopatia
.
non é che la cardiopatia venga a causa delle aritmie...
la saluto

cecchini
[#20]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore ora ho capito. Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test