Utente 411XXX
Buongiorno,
vorrei chiedere un opinione riguardo il dosaggio della cardioaspirina x mia mamma che ha 87 anni.
Le é stata prescritta giornalmente in seguito a un episodio di ischemia transitoria avvenuto 16 mesi fa.
Ora il medico vedendo alcune macchie di sangue sotto pelle le ha detto che sono causate dalla Cardioaspirina e le ha ridotto la dose da 1 al giorno a 1/2 due volte la settimana, quindi 1 a settimana.Le ha inoltre detto che in estate, anche il dosaggio della Cardioaspirina va ridotto.L'anno precedente il dosaggio non é stato ridotto in quanto non lo sapevamo.E' sotto terapia x ipertensione e colesterolo.La mia domanda é se una dose cosí esigua possa garantire una protezione adeguata anche x l'episodio ischemico precedente.Sottolineo che il suo ststo di salute generale é molto buono.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dica pure al suo medico di ripassare quale è libro. Una aspirina alla settimana non serve a niente .
I piccoli ematomi sottocutanei sono di normale riscontro in chi fa aspirina, specie se anziano.
É un indice di funzionalità dell aspirina e non certo un motivo per smetterla.

Non ho parole

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 411XXX

La ringrazio innanzitutto per la risposta.Ha confermato i miei dubbi.Presumo sia quindi piú corretto mantenere lo stesso dosaggio usato finora(1 al dí) a prescindere dalla stagione.So che a volte viene prescritta anche a giorni alterni non so peró se per ovviare il problema delle macchie sottocutanee.Cosa ne pensa?Volevo solo integrare i farmaci assunti.Idrochinidina 150 x problemi di crampi.(2cps al dì) e Concor 10mg 1 cps divisa in due assunzioni.
Un saluto

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le macchie sottocutanee (soffusioni emorragiche) sono il segno dell'effetto terapuetico dell'aspirina, specie negli anziani.

Spero che si sia sbagliato e che non le abbiano prescritto la Idrochinidina per i crampi...sarebbe da ridere.
Glielo'avranno prescritta (almeno spero) per problemi di ritmo...

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Cerco di farla sorridere...

Sherlock Holmes potrebbe pensare che sua madre sia una persona molto ricca e che i suoi medici sappiano che lascera' a loro la ricca eredita'.
Lo potrebbe pensare dal momento che:

- sua madre ha raggiunto una veneranda eta' e sicuramente senza l'ausilio di noi medici
- le e' stata prescriita giustamente aspirina, ma dal momento che sembrava funzionare (piccole soffusioni emorragiche sottocutanee) gliel'hanno ridotta ad una alla settimana che equivale ad andaere a Messa la domenica
- viene trattata con farmaci come betabloccanti (Concor- bisoprololo a dosaggi di una 40enne)
- non contenti di questo le hanno aggiunto una dose massimale di idrochinidina ( per i crampi....!!!) che e' CONTROINDICATA gia' da sola per la terapia dei crampi**, ed e' CONTROINDICATA assieme ai beta bloccanti.

Mi pare che sua madre abbia una salute di ferro , perche' riesce a sopravvivere nonostante le cure mediche.

** dal sito di FArmacovigilanza del Ministero della Salute
"“alla luce di ripetute segnalazioni di gravi effetti avversi in pazienti che assumevano Qualaquin ® ‘off-label’ (uso non approvato dalla FDA) per crampimuscolari notturni agli arti inferiori, l’FDA ha approvato un piano di contenimento del rischio con lo scopo di scoraggiare l’uso di questo farmaco al di fuori delle indicazioni registrate. Qualaquin® non deve essere utilizzato per il trattamento dei crampi notturni agli arti inferiori”.
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 411XXX

Grazie innanzitutto per le indicazioni che sono a questo punto essenziali, preziose ma anche un pò preoccupanti.Mia mamma non presenta aritmie. Ha sempre svuto un ritmo cardiaco fisiologicamente un pó più lento ma mai considerato come una problematica ne curato come tale. La prescrizione di Idrochinidina é stata fatta x crampi agli arti inferiori.Mai pronunciata la parola aritmia.Ha comunque reso perfettamente l'idea con i riferimenti a Sherlock Holmes e confesso che un mezzo sorriso, amaro, l'ho avuto..Ho infatti letto i riferimenti che mi ha dato riguardo alla FDA su chinino e isomeri.Sono sconcertata.Ma anche sul dosaggio e l'uso del betabloccante.A questo punto penso anch'io che mia mamma abbia una salute di ferro e ho capito che prestare attenzione a ció che viene fatto é un modo per conservargliela!
Ringraziandola ancora x la sua franchezza cortesia e disponibilità la informeró dovessero esserci eventuali ulteriori sviluppi.
Un cordiale saluto