Utente 331XXX
Buongiorno ,
Avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito a l'interpretazione di un esame di scintigrafia miocardica eseguito dal mio compagno recentemente.
Lui ha 42 anni , presenta fattori di rischio cardiovascolare quali diabete tipo 2 e obesita ma completamente asintomatico dpdv cardiologico. Ha eseguito una scintigrafia da sforzo che mostra il seguente referto:
-A riposo : FEV 57% , discreta ipocaptazione apicale senza anomalie di contrattilita
Sotto sforzo:assenza di modificazioni significative de la distribuzione di tracciante a 80% FC max .
L'esito degli altri esami tipo ECG ed Ecocardio sono strettamente normali.
La mia domanda è , questo quadro necessiterebbe approfondimento diagnostico tipo coronarografia ? Il motivo di questo ipocaptazione è sempre spia di eventi ischemici pregressi?
Grazie infinite a chi vorrà rispondermi .

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
É possibile che il paziente abbia presettato in passatotale un infarto apicale.
Nei diabetici spesso tali eventi sono pOssona essere paucisintomatici .
La coronarografia in questo caso non ha grande significato perché non sono state descritte aree ischemico e sotto sforzona.
É un paziente che va curato attentamente e che deve ridurre i fattori di rischio modificabili come obesità ed eventualmente ipercolesterolemia, fumo etc.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 331XXX

La ringrazio per la celere risposta. Mi chiedo ancora,in questa situazione di diabete typo 2 , obesità, ma non ipercolesterolemia, e tabagismo sospeso da circa 10 anni, esiste l'indicazione di cominciare la cardioaspirina in prevenzione?
Grazie ancora per la disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Speravo che la facesse da anni ......
Controlli dei valori pressori che debbono essere non superiori a 120/70
MmHg.
Camminare almeno un ora al giorno a passo svelto....etc etc
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza