Utente 469XXX
Buonasera. Sono una ragazza di 17 anni ansiosa e leggermente sottopeso, ma si può dire in buona salute.
Chiedo un consulto perché da un po' di tempo mi domando, ho la sindrome di Raynaud oppure soffro solo molto il freddo?
Da circa 3/4 anni alle mani e ai piedi avverto sintomi che da quel che ho letto assomigliano a quelli della sindrome di Raynaud.
Generalmente sono molto fredda, soprattutto alle mani e ai piedi, anche in estate o quando la temperatura non è bassa. Ciò che mi succede è che specialmente quando sono fuori casa le mani si raffreddano molto ed iniziano a farmi un po' male, sono bianche (ma non so dire se più del normale), mentre quando rientro in un ambiente chiuso e caldo, avverto una sensazione di bruciore, le dita iniziano a pulsare e a colorarsi di un rosso acceso mentre il resto della mano rimane bianco. Che la mano si colori per metà può succedere anche quando sono particolarmente agitata. Non so se questo sia necessario per trattarsi di un fenomeno di Raynaud, ma è normale che le mie mani subiscano questo forte sbalzo di temperatura?
Inoltre ho notato di non riuscire quasi a sopportare il freddo. Quando resto sotto l'acqua fredda (ad esempio mentre lavo i piatti) dopo circa un minuto devo già chiudere il rubinetto perché mi fanno male le mani. Al contrario, sono quasi insensibile all'acqua molto calda, quasi bollente.
Ho provato a spiegare questi 'fenomeni' al mio medico di base, ma dice di non trattarsi della sindrome di Raynaud perché in tal caso le mani sarebbero molto bianche e non rosse.
Mi scuso in anticipo se questa per voi sarà una perdita di tempo, ma è un dubbio che ho da tempo e ricevere diversi pareri mi tranquillizzerebbe.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I disturbi che lei riporta sono tipici della Sindrome di Raynaud e possono essere curati con dei farmaci ; le consiglio di farsi visitare da un Reumatologo che le prescivera' esami per confermare la diagnosi e le prescrivera' una idonea terapia.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Dopo aver sentito il parere del mio medico stavo pensando di lasciar perdere. Ma dopo ciò che mi ha detto lei preferisco seguire il suo consiglio e prendere un appuntamento dal reumatologo.
La ringrazio.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
concordo con lei anche perche spesso tale sindrome é la,spia di malattie autoimmuni.
e quindi va inquadrata molto bene senza faciloneria
se vuole cimfenda informati della cosa

grazie
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 469XXX

Buonasera. Volevo comunicarvi che il mio medico di base si è rifiutato di prescrivermi la visita dal reumatologo in quanto continua a sostenere che non posso essere affetta da tale sindrome.
Cosa dovrei fare?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Cambiare medico come suo diritto e chiedere una vista reumatologica

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza