sport  
Utente 455XXX
Gentilissimi dottori,
dopo anni di emicrania con aura e i peggioramenti dell'ultimo anno, una rmn al cervello che ha evidenziato una pregressa ischemia (silente o tia) al talamo di sx, si è deciso insieme al cardiologo, di procedere con la chiusura del pfo per via percutanea + antiaggreganti per 6 mesi.
Verrò sottoposto alla procedura tra gennaio e febbraio 2018.
Tra le tante cose discusse con il cardiologo, mi sono dimenticato di chiedere indicativamente dopo quanto tempo potrò riprendere con le mie attività sportive.
io sono un triathleta, abituato ad allenarmi a ritmi elevati.
ho una frequenza cardiaca max di 192 bpm e una soglia anaerobica a 174 bpm.
dopo quanto tempo, indicativamente ovviamente, potrò ricominciare ad allenarmi "come si deve"?
il cadiologo al momento della visita mi disse che la quotidianità riprende il giorno dopo l'intervento e che lo sport si può riprendere dopo circa un mese. Non ho chiesto però a che livello.
Sicuramente ci sarà da riprendere gradualmente.
Ultima cosa infondo, la corsa che dei tre sport del triathlon è la più traumatica, rischia di far spostare il device?

grazie a tutti coloro che mi risponderanno.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
No non rischia di spostare il device.
Il Triathlon tuttavia aumenta il rischio di morte improvvisa (e' la disciplina piu' colpita da morte aritmica) ed induce ipertrofia ventricolare sinistra.
DAl punto di vista strettamente relativo all chiusura del forame ovale e' del tutto indifferente.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Buonasera dr Cecchin,
grazie per la risposta.
non sapevo fosse una disciplina così a "rischio".
detto ciò ora ho 30 anni e lo pratico da quando ne ho 12.
Ho sempre fatto visite e al momento nessun problema (tranne il pfo).
considerando che con la corsa non si rischia di spostare il device, mediamente, per la sua esperienza, dopo quanto si potrà ricominciare a fare attività sportiva leggera (nel mio caso corsa nuoto e ciclismo) e dopo quanto si potrà ricominciare a livello agonistico?
Ovviamente tenendo conto che ognuno e un caso a se.
Chiedo un più o meno grossolanamente.
grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dopo almeno un mese

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 455XXX

Grazie mille dottore!
Ma una volta guariti, passato il tempo necessario ecc, si è di nuovo come prima?
La paura di sentirsi “invalidato” mi passi il termine, dopo la procedura, è più psicologica?
Tornerò sui miei livelli attuali secondo lei?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei non sara invalidato certo da un banale device.
Stia attento piuttosto alla sua salute con quello sport

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 455XXX

L’idea per il 2018 era quella, visto anche gli impegni con la famiglia, di andarci piano con il triathlon e dedicarmi di più al running.
Secondo lei se abbandonassi il triathlon e facessi solo corsa, potrei andare più tranquillo?

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei ha mai visto un animale che fa una maratona?

Con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 455XXX

La sua risposta mi lascia perplesso!
Soprattutto perché fatta da un dottore!
Allora il motto d’ora in poi sarà w i fumatori e gli alcolizzati!
Lo sport fa male!
Mah

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
non voglio annoiarla con discorsi di fisiopatologia cardiaca che. difficillmente lei otrebbe comprendere.
l alternativa a fare triathlon è camminare, l attivita fisica fa bene.
Lo sport come intende lei invece no
E talmente vero che ogni anno le chiedono la visita cardiolgica e l ECG.
Se facesse bene perche dovrebbero richiederglielo?

conunque se vuole fare un discorso serio ed imparare qualcosa da chi sa più di lei io ci sono .
Se vuole fare battute da bar, continui pure da solo.

Il cuore è suo.

Con questo la,saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 455XXX

Gentile dottore, non voglio Senz’altro mettere in discussione la sua conoscenza e di certo non mi sognerei mai di saperne più di lei!
Il motivo della visita annuale non so se viene fatta perché lo sport ad un certo livello faccia male oppure perché si vuole far si che lo sportivo sia idoneo alla pratica sportiva agonistica e quindi tranquillo in quel che fa!
Mi viene in mente il classico muratore che sposta sacchi di cemento per tutto il giorno, lui non fa un ecg è una prova fa sforzo all’anno , ma determinati lavori possono , forse, essere peggio di una gara di corsa!
Non volevo certamente fare polemica con lei che è stato gentile e rispondermi e non volevo offenderla con una “battuta da bar”.
Le chiedo quindi, tralasciando il lato agonistico dello sport, correre tre volte a settimana e basta, è dannoso per la salute?
E se si dovesse indicare una frequenza cardiaca, quale sarebbe quella più benefica per la salute?
Se mi guardo personalmente ad esempio, con una fcmax di 192 bpm è una soglia a 174 bmp, per star tranquillo in che range dovrei correre?
Se può essere utile a riposo ho una frequenza di 45 bpm.
Durante gli allenamenti invece , in base alla seduta che ho da fare le medie oscillano dai 155 a 170
Grazie

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Quello che dice su i muratori è vero tanto è che i ricchi non fanno quel tipo di lavoro....
Le piramidi le hanno costruite gli schiavi e non i faraoni altrimenti se avesse fatto bene lo avrebbero fatto loro.
La fatica fisica fa aumentare i volumi e gli spessori del ventricolo sinistro che sono linearmente correlati con il rischio di morte improvvisa oltre che di scompenso cardiaco.
Questo è scritto su ogni libro sin fisiopatologia cardiovascolare .
Fare jogging tre volte alla settimana non fa male.
La frequenza che non danneggia il cuore è circa L 85 per cento della massimale teorica, e mantenuta non a lungo

La sua auto in sesta marcia raggiunge 130 all ora con 3000 giri.
Perché non va a 130 all ora in terza marcia?

Ho banalizzato il concetto affinché lei comprenda

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente 455XXX

Ma quindi mi pare di capire che in Italia e nel mondo, milioni di sportivi, considerando tutti gli sport , dall ‘atletica agli sport di squadra, sono ipoteticamente a rischio?
Perché allora non c’è informazione su queste cose?
Tutti a dire che lo sport fa bene a prescindere?
Mi ricordo i tempi dalle elementari dono alle superiori, dove esistevano o giochi della gioventù basati su prove prettamente atletiche. L’errore sta alla base??

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Innanzitutto ci sono sport e sport.
Gli sport di durata e di sforzo intenso (maratone, pesistica, etc etc, provocano ipertrofia.
L'altra cosa sono gli sport nei quali la vasodilatazione e' notevole (e quindi le resistente periferiche calano) e che non inducono ipertrofia.

L'aumento degli spessori ventricolari e dei volumi ventricolari e' la causa dell'aumento del rischio di morte improvvisa.

Questo e' bene dirlo a tutti coloro che ritengono di fare una cosa intelligente ammazzandosi di fatica.

Nessuno richiederebbe alla propria auto cio che pretende dal proprio cuore, nessuno porterebbe il numero dei giri di un diesel a 7-8000 rpm......ma al suo cuore pretende molto di piu.
Eppure cambiare il cuore e' molto piu difficile che cambiare una macchina.

Arrivederci

Qui trovera' qualche articolo sul rischio di morte durante il triathlon.
Arrivederci

https://www.reuters.com/article/us-health-triathlons-casualties/triathlon-deaths-not-rare-and-risks-rise-with-age-idUSKCN1BT2LO

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28975231

https://www.methodsman.com/blog/triathlon-death
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente 455XXX

Grazie per gli interessati articoli!
Quando lei dice ci sono sport e sport e cita la maratona, rimandando nell’ambi Della corsa, sono “meglio” le sgambate o gare che siano, su distanze notevolmente inferiori?
Cerco di spiegarmi e di concepire un concetto, la maratona e lunga, sono 42 km, ovviamente è impensabile correre una maratona allo stesso modo di un 10000, quindi in termini medici, cos’e Meno peggio?
Una maratona ad esempio ad una media di 165 battiti per 42 km e almeno 3 ore di tempo o un 10000 a oltre 170 battiti ma per max 40 minuti?
Grazie

[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Camminare un'ora al giorno a passo svelto.
Usare la bicicletta come mezzo di trasporto, fare le scale invece che prendere l'ascensore.
Questo e' quello che fa bene al cuore.
Le frequenza che lei cita sono molto elevate e non fanno bene ad alcun cuore

Lei porta la sua auto a 7-8000 giri per tre ore?
O a 10.000 giri per 40 minuti?

Mi pare di esser stato chiaro

http://www.gazzetta.it/Atletica/30-11-2014/atletica-maratona-firenze-vince-kipsang-10097562055.shtml

https://www.leggo.it/italia/cronache/maratona_parma_morto_podista_49_anni_malore_pescara_foto_video_15_ottobre_2017-3303790.html

https://www.direttanews.it/2017/11/19/durante-la-maratona-muore-atleta-42enne/

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/atleta_sloveno_42_anni_muore_infarto_mezza_marata_palmanova_2017_novembre-3376675.html

devo continuare?

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#16] dopo  
Utente 455XXX

E stato molto chiaro!!
La ringrazio!
Tornando al pfo, verrò operato a San Donato milanese dal dottor Carminati!
Ho sentito parlarne bene !
Speriamo vada tutto bene