Utente 235XXX
Buongiorno sono una donna di 38 anni, vi scrivo per avere un parere in attesa di riuscire a mettermi in contatto con il mio medico; dall'altro ieri sto facendo iniezioni di urbasan 20 mg per curare una lombalgia, ieri notte ho fatto un po' fatica ad addormentarmi per una lieve tachicardia, stanotte invece l'ho fatta praticamente in bianco, oltre alla tachicardia avevo ogni tanto dei vuoti nel battito, non so se sono aritmie. Secondo voi può dipendere dal cortisone? Sul web trovo pareri contrastanti, alcuni dicono di si e altri di no, e sono preoccupata perché ho paura di avere un problema al cuore. Grazie mille per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
I sintomi che riporta non mi risulta che possano essere correlati al cortisone. Per quanto riguarda le sue paure di avere un problema cardiaco senza una valutazione con visita, ECG ed eventuali altri esami strumentali non è possibile stabilirlo.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 235XXX

Grazie per la risposta dottore, nel mentre ho sentito il mio medico e mi ha detto che può dipendere dal cortisone, non ci capisco più nulla! Comunque al di là dei controlli cardiologici che ho intenzione di fare, se evitassi, visto il miglioramento della mia schiena, di fare l'ultima puntura oggi e la facessi eventualmente tra un paio di giorni in modo da smaltire un po' il farmaco, potrebbe essere una cattiva idea? Sinceramente non me la sento di passare un'altra notte cosi!

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Guardi il cortisone puo' avere tanti effetti collaterali e quelli cardiaci dipendono dalla ritenzione idrica, quindi e' una terapia che va attentamente valutata in chi ha gia' un problema di insufficienza cardiaca (e non e' il suo caso). Sospendere bruscamente il cortisone e' pericoloso.
Per quanto detto dal suo medico, no comment.
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#4] dopo  
Utente 235XXX

Posso chiederle in cosa consistono i pericoli nello sospendere il cortisone? Se invece di tre punture ne faccio solo due a cosa potrei andare incontro? Grazie per la sua pazienza!

[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Le ho detto che la sospensione brusca e' pericolosa perche' puo' precipitare una sindrome surrenalica.....e per questo le azioni terapeutiche e l eventuale sospensione con relative modalita' vanno concordate con chi le ha prescritto il farmaco e non di iniziativa personale.
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#6] dopo  
Utente 235XXX

Va bene dottore, credo che farò la puntura anche stasera come mi era stato prescritto, vorrei chiederle un'ultima cosa, ho letto che per sospendere il cortisone poi bisogna farlo gradatamente, altrimenti come mi ha detto possono sopraggiungere degli effetti gravi, a questo punto sono un po' preoccupata perché mi sono state prescritte queste tre iniziezioni da 20 mg e poi basta, senza scalare le dosi, ecc., questo e' un rischio o ritiene che dopo tre giorni di trattamento non sia necessario procedere poi a una sospensione graduale della dose? E' una dose massiccia 20 mg di urbason fiale (o ml non ricordo)? Mi perdoni se sono assillante, le prometto che questa e' la mia ultima replica!