Utente 183XXX
Salve,
donna di 33 anno, ipotiroidea,non fumatrice, sport 2-3 volte a settimana. intorno al 20.12.17 ho iniziato ad avvertire dolore piuttosto intenso alla spalla sx irradiatosi poi al gomito e lentamente fino alla mano. Il dolore arriva anche al petto e dietro la schiena. Il 25.12 avverto uno strano senso di spossatezza e la mano sx diventa fredda e viola. vado in ps e subito cercano di escludere un'ischemia e fortunatamente pressione sanguigna, ecg ed esami del sangue sono negativi. mi viene fatta però una lastra che evidenzia problemi alla cervicale probabilmente responsabili dei problemi riscontrati. tachifene e magnesio per 1 sett aiutano. Dal 10.1.18 ricominciano dolori al petto, questa volta però avverto come un peso al petto, e come la sensazione di qualcosa che si restringe impedendomi di respirare profondamente. sensazione sempre più frequente e fastidiosa ma sul lato dx del petto. Il medico di famiglia dice di stare tranquilla e che non è cuore. durante una seduta di ginnastica posturale inizio ad avvertire il fastidio molto più intenso e rivado al ps. Si pensa nuovamente al cuore e mi ricoverano 2 giorni. Mi fanno puntura di eparina dicendo che ho avuto una trombosi (ma Non so in base a cosa), faccio una prova da sforzo e dopo 2 min. avverto la sensazione di peso al petto e mi interrompono subito pensando che una vena nel cuore si stia "tappando",mi fanno dopo però una ecografia che smentisce questa idea. le analisi del sangue sono buone tranne
il valore CPK che dovrebbe essere inferiore a 145 ed è 245. e poi altri valori che sfallano di pochissimo.
sono stata dimessa senza diagnosi ma con Il consiglio di prendere 30gg di novalgina 4 volte al giorno.
Chi potrebbe aiutarmi a capire da cosa dipende Il mio problema?
ho voluto fare una lastra ai polmoni che non evidenzia alcun problema, anche se quando provo a fare un respiro profondo avverto dolore e mi viene quasi da fare una tossetta secca.
andare da un altro cardiologo sarebbe insensato? Non so dove sbattere la testa

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il modesto rialzo del CPK e' legato all'esercizio fiusico e non certo da un danno miocardico.
Le hanno gia' eseguito 2 radiografie(stia attenta, sono radiazioni).

Non so perche' le abbiano eseguito le iniezioni di eparina.
Le hanno esguito una emogasanilisi (un prelievo da un'arteria del polso?) un dosaggio del D dimero? Ha avuto flebiti recentemente? Assume la pillola?

Grazie

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 183XXX

Grazie per la celere risposta, non ho avuto flebiti, non prendo la pillola e i prelievi li hanno fatti dal braccio (interno gomito). Il dosaggio del D dimero sinceramente non so cosa sia... mi direbbe quale sigla devo cercare?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
si chiama D dimero, assieme alla emogasanilisi (che evidentemente non hanno ritenuto opportuno fare) servono per escludere una embolia polmonare, dal momento che avevano posto una "diagnosi" vaga di ...trombosi


Saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 183XXX

Lei cosa mi consiglierebbe di fare? sentire il parere di un altro cardiologo oppure uno pneumologo? Il mio medico di famiglia non è in grado di indirizzarmi...

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se dovessero perdurare i sintomi torni in PS per una nuova valutazione

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza