Utente 220XXX
Egregi Dottori,
Ho 40 anni nessun sovrappeso, vita sedentaria in ufficio scarsa attività fisica, 15 sigarette al giorno ed un paio di bicchieri di vino rosso la domenica.
Da circa 3 mesi soffro di vertigini e dolore al collo ed alle spalle legato a movimenti, inoltre durante la giornata avverto una sensazione di cuore in gola, per questi sintomi, attribuiti dal mio curante ad un problema cervicale, ho fatto una cura per 20 gg con sirdalud mattina e pomeriggio e sturgeron di sera, ho smesso la cura 10 giorni or sono e le vertigini si sono ripresentate sopratutto quando guido, per tale ragione ho effettuato esami ematici di routine dai quali emergono i seguenti valori alterati:
Colesterolo Totale 235
Colesterolo hdl 58
Colesterolo Ldl 165
Fosfokinasi CPK 210 range fino a 174
LDH 400 U/L con nota sotto metodo ifcc che riporta range da 135 a 460
Il resto tutto nella norma compreso emocromo.
Alla luce di tali valori nel leggere che il range massimo del valore LHD è pari a 300 volevo chiedere se il metodo ifcc utilizzato riporta range corretti e come può essere equiparato ad altro usuale metodo che riporta range massimo a 300?
Inoltre volevo chiedere se tali valori sono preoccupanti e richiedono ulteriori esami o visite specialistiche e se i sintomi di vertigini ed exstasistole possono essere collegati a tali valori elevati.
Nel ringraziare per la vostra attenzione porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei è una persona di mezza eta, sedentaria ,ipercolesterolemica e fumatrice.

Non conosco i suoi valori pressori

è ad elevsto rischio di infarto ictus e cancro.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Egregio dottore nel ringraziare per la sua risposta la informo che i miei valori pressori con holtler fatto nel mese di febbraio 2018 risultano nella norma con una media di 118/76, inoltre l'ipercolesteremia nonostante sia a 235 è accompagnata da un valore hdl di 58 generando comunque un moderato rischio cardiovascolare.
Ad ogni buon conto, premesso che sono cosciente che il mio stile di vita deve essere migliorato nell'evitare di piangere allo specchio e dirmi che sono un paziente ad alto rischio, chiedevo suggerimenti per migliorare tali valori, se tali valori richiedono ulteriori approfondimenti o visite specialistiche ecc.
Ad ogni buon conto la ringrazio
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I valori della colesterolemia rappresentano un moderato rischio cardiovascolare se il paziente non e' fumatore.
Se il paziente e' fumatore il rischio si moltiplica.

Per cio' che concerne l'assetto lipemico la frazione LDL e' elevata e potrebbe giovarsi di attenzioni dietetiche.
Quindi un controllo dei trrigliceridi, riducendo l'assunzione di carboidrati e un'attivita' fisica quotidiana (camminare) dovrebbero essere utili.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza