Utente 437XXX
Buongiorno , sono una donna di 55 anni, da tempo alle prese con valutazioni inerenti al qtc che mi stanno creando spero a torto qualche pensiero, anche legato al fatto che se fosse una forma ereditaria, ma non ho avuto casi conosciuti in famiglia per qtc lungo o S. Brugada, la cosa potrebbe non so quanto esagero, coinvolgere anche mio figlio di tredici anni. Circa una diecina di anni fa, mi sono imbattuta in ecg non ricorretto a mano da un giovane cardiologo che l'aveva effettuato , riportante dal software della macchinetta valori di qtc di 500, la tara finalmente la fece poi un altro anziano cardiologo per valori un valore reale di di 453 se ben ricordo.
Quindi questi valori negli anni hanno sempre oscillato da un minimo di 430 a
max 460 ( corretto dal cardiologo) nell'ultimo ecg annuale fatto di cinque mesi fa.
Succede una settimana fa che vado a fare un elettrocardiogramma necessario per la gastroscopia, (non mi hanno accettato quello fatto cinque mesi prima perché dicono scaduto,) presso un cardiologo che ancora una volta mi consegna ecg non corretto da lui, bensì lasciato come riporta la macchinetta con un valore di 463 Qt/ 601qtc! Senza firmarlo ne timbrarlo!
Preoccupata, non ero mai arrivata a un valore così elevato anche se al lordo della correzione del cardiologo , l'ho sottoposto all'attenzione di un altro che usa la formula di revisione, il quale riferisce un valore di qtc a 0.47. , ragguagliandomi che il valore in base a nuovi range adesso è max di 480 per le donne.
In pratica mi troverei ancora in zona di sicurezza se ho ben capito, ma i timori di un'eventuale sincope o altro in questa confusione sono giustificati?, non riesco a trovare una quadra. Vivo sola con un adolescente che ovviamente mi crea stress, poi devo lavorare molto, sono a rischio particolare?
Secondo Lei Dottore è il caso che sia io che mio figlio facciamo degli esami genetici?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
se vuole mi invii il tracciato, purche corredato di nome e cognome del paziente, luogo e timbro della struttura presso il quale è ststo eseguito

mail. cecchinicuore@gmail.com

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 437XXX

Inviata, grazie mille!