Utente 502XXX
Salve, ragazza 26 anni. Vi contatto perché è da un po' di mesi che convivo con disturbi vari. Mi spiego meglio: tutto è iniziato una mattina, di circa 3 mesi fa, mentre svolgevo la consueta lezione di acqua gym; mentre svolgevo la corsa in acqua, ho avvertito come una stretta tra l'addome e lo stomaco. Pensavo avessi fatto un movimento sbagliato e non ci feci più caso. La sera sempre della stessa giornata accusai difficoltà respiratoria, con formicolio a entrambe le mani e un dolore allo stomaco; chiamai immediatamente il medico di famiglia e mi fece una visita completa assicurandomi che stessi bene e che si trattava di un po' d'ansia. I disturbi di fame d'aria li avvertii anche nei giorni avvenire tanto che andai in pronto soccorso dove mi fecero gli esami di routine: elettrocardiogramma, rx al torace, misurazione battiti; pressione e saturazione ossigeno. I risultati erano tutti nella norma e tornai a casa. Questa fame d'aria non passa indipendentemente dagli stati d'animo, ma non diedi più peso alla cosa visto anche il mio carattere molto controllato. I giorni passano, ma i sintomi aumentano: si inserisce una strana sensazione di pesantezza al petto con difficoltà respiratoria. Mi reco nuovamente in pronto soccorso dove mi viene fatto nuovamente l'ECG che uscì nella norma, gli esami degli enzimi che erano perfetti (troponina 0,015, insieme a tutti gli altri enzimi), visita cardiologica, visita di medicina interna e mi dissero che erano dolori muscolari per via dello sport che pratico. Vengo dimessa, ma pochi giorni dopo vengo portata nuovamente in pronto soccorso direttamente in ambulanza perché stavo malissimo. Nuovamente mi vengono fatti gli esami di routine, più visita psicologica che esclude anche lo stato ansioso e vengo dimessa perché tutto nella norma (troponina sempre 0,015). Torno a casa, ma il malessere non diminuisce tanto che si aggiunge un altro sintomo: pesantezza estrema alle gambe e dolori alle caviglie. Mi reco dal medico di base e mi dice che è una conseguenza della mia artrogriposi (non ho mai avuto alcun disturbo prima d'ora, sono una ragazza molto attiva che ama lo sport. Vado in palestra 3 volte a settimana e in piscina 2). Tutto il malessere continua a non passare, tanto che ho spesso l'affanno, fame d'aria e continuo peso sul petto, dolori intercostali all'altezza dello sterno con una nuova aggiunta di dolori e bruciori muscolari. Mi sento come se andassi a fuoco e, al tocco, la pelle scotta. Sabato mi sono recata nuovamente al pronto soccorso con sempre esito negativo e, il medico di turno ha aggiunto altri esami di routine, tra cui anche il colesterolo, ma nuovamente tutto negativo. Una settimana fa il medico di base ha richiesto un ecografia addominale dove sono usciti 3 calcoli grandi 2 cm l'uno nella bile e mi è stato detto che il malessere e i sintomi dipendono da questo. Ormai non so più cosa pensare visto che ogni medico ha estratto una diagnosi differente: gastroesofagite, dolori muscolari e bile ingrossata

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
È possibile che i disturbi siamo collegati ad una colica biliare
Quei calcoli vanno tolti chirurgicamente
Ad ogni buon conto esegua un Ecg sotto sforzo dato che è così sportiva

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 502XXX

La ringrazio dottore. Farò un ECG sotto sforzo appena possibile. Avrei anche un'altra domanda: parlando con un amico infermiere, mi era stato suggerito anche di fare un controllo venoso e arterioso. Ora mi chiedo: se nelle analisi del sangue non è uscito diabete, colesterolo, trigliceridi, piastrine e gli esami sono perfetti vista anche la mia alimentazione sana; è possibile che si tratti di un problema arterioso? Mi consiglia di eseguire anche una coronarografia?
PS il mio peso è di 51 kg per 168 cm di altezza.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dica all amico infermiere di fare l infermiere e di non sparare idiozie.

La saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 502XXX

Va benissimo. La ringrazio nuovamente Dottore.