Utente
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 23 anni, impiegato e quindi vita abbastanza sedentaria, Non faccio sport ma non sono in una brutta forma fisica.
Circa 10 giorni fa sono andato da un fisioterapista causa fastidi al lato dell'addome, causato probabilmente da uno PSOAS molto teso, problema risolto.. ho attualmente un disturbo dell'ATM dovuto da una malucclusione/digrignamento dei denti notturno per problemi con l'apparecchio (sto risolvendo anche quello).

Credo di soffrire d'ansia (da sempre, per una minima emozione vado in leggera tachicardia oppure una piccola extrasistole , Come una sorta di solletico/tuffo al cuore) ma la cosa non mi ha mai dato grossi problemi..
Ma veniamo a noi, quando andai dal fisioterapista mi disse che respirava in modo "sbagliato" , effettivamente , da che ne ho memoria, O comunque da circa 10 anni io respiro solo di torace.. mi ha consigliato la respirazione diaframmatica, e da quel giorno, (due sabati fa quindi) sto respirando di diaframma.. il che mi ha causato abbastanza extrasistole, ma esclusivamente in momenti di "relax" o comunque in cui la mia FC era bassa.. può essere dovuta la cosa da questo "re-inizio " all'utilizzo del diaframma, quindi una sorta di intorpidimento?
Il medico mi ha consigliato un relaxcol pensando fosse collegato ai gas nella pancia, ma il tutto con scarsi miglioramenti ( come numero di extrasistole siamo li, ma sembrano meno forti diciamo, prima era una sorta di botta più forte, ora più debole)


Grazie a tutti
Buona giornata



Ps. Unico episodio di palpitazioni/extrasistole ed aritmie forti l'ho avuto giovedì sera, quando ad una cena fra colleghi, chinandomi verso il tavolo per mangiare, ma c'è da dire che anche lo ero abbastanza agitato/ansioso, proprio come ora che sto scrivendo questo quesito, Che sento il cuore aumentare leggermente FC e solleticandomi solo per l'agitazione del consulto.. Ma la mia domanda rimane sulla possibile correlazione dell'inizio di tutto ciò con l'inizio dell'utilizzo del diaframma ormai dimenticato.. grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tutti noi usiamo il diaframma per respirare, oltre che usare gli intercostali e muscolatura accessoria per respirare.....
Ha della banali extrasistoli come noi tutti comuni mortali
Si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio del consulto e mi rincuora della sua risposta,
Ma a questo punto mi sorge spontaneo il dubbio del perché siano aumentate così tanto in numero ed in intensità in questi giorni subito dopo questa "modifica" nella respirazione da parte mia, Quando anche prima le avevo, Ma parlo di una manciata al giorno non di più,e solo quando ci fossero piccole o grandi emozioni,mentre ora nel rilassarmi quasi sempre, nell'ordine del centinaio al giorno tutte avvertite.. può essere dovuto ad ansia che si accumula su se stessa per la preoccupazione appunto delle stesse?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Puo darsi.
Ci conviva.

Nessun problema
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza