Utente
Salve, sono un ragazzo di 23 anni. Premetto che soffro un po’ di ipocondria e di insicurezze generali dovute a varie situazioni che ho vissuto. Da qualche mese, dopo aver fatto due mesi di prova in passato, frequento una palestra per pesistica 3 volte a settimana con un amico che già si allena da un anno. In genere gli allenamenti consistono nell’allenare 3 gruppi muscolari con pesi che vanno dalla media del 10 per i manubri ad un massimo di 22kg per la panca piana. Di rado usiamo carichi sui 50kg per gambe o esercizi come il low row.
Dato che sono una persona ansiosa mi chiedevo se stessi danneggiando il mio apparato cardiovascolare, poiché spesso somatizzo questa mia ansia mentre il mio amico è molto tranquillo e sembra solo beneficiare da questi allenamenti. Mi è anche capitato di leggere online di danni al ventricolo sx etc. C’è da dire che siamo tutto tranne che fissati di questa pratica, e che spesso non ci sforziamo nemmeno tanto, durante l’esecuzione degli esercizi.
Aggiungo che l'ultimo ecg ed ecg sotto sforzo risalgono al marzo 2018 (quando praticavo judo, che ho frequentato dal 2013 al giugno 2018 appunto, e poi dal settembre al dicembre 2018), tutto regolare, validità di un anno.L'ultimo ecocardiogramma risale al 2013, tutto regolare anche lì, fatto in un periodo(biennio 2011 2013 circa) in cui ho sostenuto tantissimi controlli (4 5 ecg e un paio di ecocardiogramma), per via di un forte panico che mi faceva temere di avere problemi fisici, e che mi ha chiuso in casa, impedendomi di frequentare la scuola e qualsiasi attività sportiva, per 6 mesi.
In termini di sintomi avverto vertigini talvolta (ma devo dire che le ho avute anche nel periodo di natale, dopo che a dicembre non ho svolto minimamente attività sportiva), fitte più o meno forti al petto e tuffi al cuore (sintomi anche questi presenti ormai da sempre, a partire da quel famoso biennio, e rimasti a farmi compagnia anche durante i cinque anni di judo).
In linea generale ho un forte senso di agitazione e irritabilità per questa cosa.
Onestamente sono preoccupato anche perchè, proprio leggendo vari consulti qui sopra, ho letto cose che mi hanno messo ancor più in agitazione. Non che necessitassi di leggere qualcosa di preciso su questo sito per essere preoccupato...
Come detto sopra, non siamo culturisti io e il mio amico, ci alleniamo il giusto per non "perdere tempo in palestra" e ottenere risultati, ma senza sforzare esageratamente.



Distinti saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La pesistica in realtà è il peggior sport per il cuore perché indice ipertrofia ventricolare sinistra che è direttamente proporzionale al rischio di morte improvvisa

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la celere risposta innanzitutto.
Posto questo, dunque, Lei cosa consiglierebbe di fare come attività sportiva?
Cioè ritiene che praticare judo, ad esempio, sia più salutare?
Oppure, cos'altro consiglia?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
CAmminare, qualche breve corsa, usare la bicicletta come mnezzo di trarsporto, nuoto

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza