Utente 522XXX
Spero di non disturbare.
Sono un ragazzo di 24 anni.
Diversi mesi fa nella mia vita ha esordito un fastidio che si riferiva alla parte sinistra del petto, adiacente al cuore.
Nulla di pesante, ma ricordo che dissi a mio madre che avrei fatto presto un controllo.
Dopo questo episodio si verificò forse il periodo più difficile e intenso della mia vita.
Insomma, per farla breve quel dolorino, quel fastidio era scomparso, ma con la "crisi personale" che ho avuto (e le conseguenti) eccolo ricomparire al centro, spalle, braccio sinistro e mandibola.

Ho fatto due ECG al pronto soccorso tra gennaio e febbraio senza aver approfondito gli esami e non è apparso nulla.
Mi è stato diagnosticata l'ansia somatizzata e, per curarla, lo psichica mi ha prescritto il Sulamid un mese fa.
Dopo un mese di tranquillità, i dolori al petto e diffusi sono ricomparsi.
Di minore entità, ma ricomparsi.

Quello che chiedo è un consiglio: è necessario fare dei controlli al cuore in maniera più appurata e categorica oppure si tratta SENZA OMBRA DI DUBBIO di ansia somatizzata?

Ringrazio in anticipo e mi scuso per il disturbo.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le sue sono somatizzazioni ansiose

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza