Utente 540XXX
Buon pomeriggio e buona domenica, sono una ragazza affetta da diabete mellito tipo 1.
Circa dieci giorni fa sono svenuta a causa di uno sbalzo di glicemia; mi sono recata in pronto soccorso e mi hanno fatto una serie di analisi e controlli, da cui sono risultati i battiti accelerati. La dottoressa, presumendo che sia un problema di tiroide, mi ha segnato delle analisi che ho fatto questa mattina.
Dal giorno che sono svenuta, avendo questi battiti accelerati, non sono per niente tranquilla, anzi, spesso penso che posso succedere qualcosa di più grave.
Mi sono recata da un’endocrinologa che mi ha diagnosticato una tiroidite, ma non mi ha dato nessun farmaco.
Ho un dolore alla spalla sinistra, che copre anche la mandibola e che tende a farmi addormentare sia il braccio sia la mano sinistri; ogni tanto sento tipo delle fitte al petto, che mi portano a pensare possa verificarsi un infarto.
Da qualche giorno ho dolore dal gomito sinistro in giù e sento il braccio freddo, in aggiunta ad un bruciore alla parte sinistra del petto, un senso di soffocamento, difficoltà a respirare e sentirmi qualcosa in gola: questa cosa mi preoccupa veramente.
Una settimana fa mi sono sentita male due volte a scuola, si presumono attacchi di panico: questa cosa mi preoccupa seriamente.
È possibile che questi sintomi siano quelli di attacchi di panico e che io soffra di questi ultimi?
La mia paura più grande è quella di morire di infarto e che quest’ultimo mi prenda da un momento all’altro senza che me ne accorga.
In attesa di vostra risposta, ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
SOno tipicamente attacchi di panico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Grazie infinite Dottore, c’è un rimedio per controllarli?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ci vogliono gli psichiatri.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 540XXX

Capito, grazie infinite!
Per ridurli posso provare ad esempio con la camomilla; ci sono alimenti o bevande da evitare ed altri indicati da assumere?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
no, ci vuole lo psichiatra con i farmaci

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza