Utente
Buon lunedi è buon inizio settimana di lavoro.
Ieri pomeriggio il portiere trentenne Iker Casilas ha avuto durante una sessione di allenamento un infarto de miocardio...salvato in tempo ora ringraziando Dio sta bene.
Leggenda un pó di qua è dì la, il portire non ha avuto lo stesso problema cardiaco degli altri...cioè arresto cardiaco.
Inanzittutto cercheró di porvi la domande in ordine, cercando di riassumere il più possibili e di non farvi ne confondere, ne mettere in difficoltà.
1 Come mai un portiere di una società milionaria e quindi suppongo con i migliori cardiologi del paese và incontro a queste cose?
2 Quali sono le differenza fra arresto e infarto?
3 Perchè avvengono uno e l'altro o meglio le cause dell'uno e dell' altro?
4 Con entrambe le problematiche si puó salvare la persone con i defibbrillatori?
Ovviamente, non chiedo pagine dei libri di cardiologia...anche perchè avrete tutti da fare..giusto per cercare di capire.
Buona settima e grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Innanzitutto il paziente si e' salvato grazie ai Medici ed ai farmaci e non grazie a dio...

Rispondendo alle sue domande:
1- perche' l'infarto miocardico puo' venire a chiunque . E' chiaro che non conosco la familiarita' del paziente, ma l 'aterosclerosi puo' colpire chiunque

2 - un arresto cardiaco puo' avvenire anche senza problemi corornarici, specie nei giovani e quindi senza infarto. Allo stesso modo l'infarto (fortunatamente ) non si presenta sempre con un arresto cardiaco.

3 - per cio che riguarda l'aterosclerosi coronarica tutti sanno ifattori di rischio, tra i quali la familiarita' ovviamente e' quella che non si puo' modificare. L'arresto cardiaco avviene per aritmie mortali che possono dipendere da squilibri elettrolitici, miocarditi, farmaci, ed anche...dal caso. In cuori sani e' rarissimo, ma nessuno e' a rischio zero.

4- se un defibrillartore e' disponibile entro i primi 2-3 minuti di riesce a salvare ciorca il 50% degli arrresti cardiaci

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Ah, il dottor Cecchini.
Sono onorato di aver un consulto con lei...che oltre un cardiologo è un vero salva vita umano. Ho letto molto di lei.
Beh inanzitutto buongiorno, grazie della risposta.
Beh, grazie a Dio è un modo di dire...mi sembra logico che i meriti siano dei medici...
Quindi cercando di riassumere; l'infarto avviene sempre in persone più anziane per problemi coronarici, l'arresto puó avvenire anche in un bambino con un cuore sano...un evento molto, molto raro(?) e nemmeno il calciatore puó esserne esente?
Correggetemi se sbaglio?
Un onore aver dialogato con voi
In bocca al lupo..

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esattamente
Ha centrato il concetto
Anche se come vede il portiere aveva mi pare 37 anni e quindi NON anziano
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Io intendevo che Casillas fosse più anziano di tanti altri calciatori.
Secondo lei ora il portiere ha un rischio di arresto maggiore della popolazione o potrà continuare,se vuole a giocare

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non penso che lo faranno giocare più.
Ovviamente sotto terapia a vita sarà meno a rischio di arresto cardiaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Caro dottor Cecchini, a mio parere non capita dialogare anche se purtroppo solo per via telamatica con un dottore come lei.
Posso permettermi di farle una domanda e di raccontarvi una cosa ovviamente riguardante la cardiologia non certo il pallone che mi è molto, molto a cuore?
Grazie in entrambi in casi, se potrà ascoltarmi o no.
Arrivederci

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
siamo qui per ascoltare i pazienti.
Scriva pure....

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Un mio caro amico mesi fà ebbe un infarto, preso in tempo e salvato. La causa? ci crediato o no le bustine del mal di testa prese per da quando aveva 25 anni ora ne ha 50...
Sono stato male, malissimo duranto il suo ricovero e durante l'angioplastica...per me è un fratello.
Ci sono delle procedure che abbassino il suo rischio cardiovascolare o meglio che lui abbia in futuro altre problematiche al cuore?
E nonostante le terapie il rischio non si riduce mai a 0%?
Grazie del consulto

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi gli antiinfiammatori non provocano placche coronariche.
Se ha avuto placche coronariche in eta giovanile ovviamente e' un paziente a rischio.
Nonostante la terapie il rischio non e' certo lo zero per cento....altrimenti perche' pensa che la gente continui a morire?

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente
Io non ho parole....io continuo a non avere parole. La colpa è stata data ad un antiinfiammatorio quando probabilmente c'era altro....vorrei tanto sapere le lauree e queste persone chi le da.
Quindi al momento lui...ha un pelino di rischio in più...

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ma quale pelino? Mi scusi.
Persona giovane infartuata e' a rischio...


la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente
Dottore, mi scusu lei...io la laurea in cardiologia non la tengo ancora...capisco che si arrabbi se dice sciochezza ma mi capisca faccio il barrista..
Lui va in giro dicendo che non gli potrá venire più niente non so sia più stupido lui e chiunque gli abbia inculcato questa idiozia.
Poi se lui si fida del cardiologo suo fatti suoi io fra 30 cardiologi contro di voi mi fido di voi per carità...
O forse lui intendevo che stesse sicuro per l infarto?

[#13]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non so niente del suo amico... coronarografia angiopalstica ecografia ...valori ematici ...
Come pensa che io possa darle una risposta affidabile ?

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente
E mica sono stupido...
Voi siete almeno per me il migliore nella penisola, mica un veggente...è chiaro che senza sapere i dati del mio amico non possiate dare cose affidabili...io mica cercavo ció.
Volevo solo un parere "amichevole" dato che sono un vostro" fan" si puó dire fan di un cardiologo? beh uno che salva le vite con campagne di dae per me è un "eroe" .
E guardi un altra cosa lei per via telematica m' ha detto dei pareri differenti del cardiologo che ha visitato e curato il mio amico : non ha avuto un infarto per colpa delle bustine ed è più a rischio della normale popolazione.
Poi non so chi dei due abbia ragione io penso voi, lui pensa lui :)
Vi chiedo scusa per averla disturbata per questa cosa