Utente 553XXX
Buongiorno e buon lavoro.
Alcuni spiacevoli episodi della mia vita privata e sopratutto in famiglia hanno scatenato in me ansie, continue paure, ossessioni , angoscia e ipocondria.
Di attacchi di panico veri e propri ne ho pochi: vote al mese...e sento una pesantezza al petto, il cuore a mille, formicolio ai muscoli e cose che ovviamente si placano in 30 minuti.
La cosa che invece davvero mi preoccupa è una sintomatologia che avverto tutto il dì, ogni giorno, ogni settimana e ogni ora. Non so se l'ansia o questi stati possano far cosi male una persona quanto un malanno...specialmente quando NON accompagnati da panico ma da apparente tranquillita.
Inanzitutto ho 20 anni, peso 60 chili x un metro e 73.
Sono gracile, mangio poco e in quesi mesi esco e cammino proprio perchè per strada sto malissimo ma nemmeno il poco moto mi induce ad ingrassare purtroppo.
Non fumo e ovviamente non bevo caffeina ne alcool.
Ho fatto da quando sono iniziate queste cose ben 3 ecocardiogramma due in ospedale da un mio zio e uno dai un cardiologo privato (erano perfetti) 3 elettrocardiogrammi, e svariate analisi del sangue dove ho solo il colesterolo bassino.
I disturbi che io avverto sono molteplici: tachicardia la mattina all in piedi che si placa verso le 10-11 come se al mio interno mi riesca a tranquillzare, anche se anche la mattina presto quando l avverto io mi sento tranquillo , almeno esteriormente.
Forti mal di testa tutto il di, con sporiadici capogiri(pressione normale la massima che ho è 115/74) ma non credo sia il caso misurarla a 20 anni..
Dolori e fastidi muscolari dietro la schiena , ai pettorali, delle volte sento un peso in petto che sparisce dopo 15 minuti massimo.
Premetto che soffro anche ultimamente stesso per il nervosismo di aria , crampi e bruciori si stomaco che anch'essi si placano con la mia tranquillita o dopo una camomilla.
Questi doloretti muscolari si amplificano assieme al battito cardiaco quando cammino, non sempre ma spesso quando mi prende l ansia o sono agitato dentro. Sara sicuramente anche il poco allenamento, il poco cammino e le continue posizioni sedute.
Volevo chiedervi se c'è un reale pericolo in queste cose e se queste sporiadiche tachicardie (delle volte anche seduto anche se la mia media è del 75-80bpm) non li misuro spesso, credo sia ridicolo a 20 anni anche perche ho un holter senza nessun aritmia, oppure sia solo ansia, tanta tanta ansia e un mix di queste cose.
Arrivederci e grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei necessita di un inquadramento con uno psicoterapeuta perche le sue condotte di evitamento (esce poco di casa perche' sta male..... "agorafobia") vanno affrontate e non sopportate

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 553XXX

Il mio problema pero non si riconduce solo nell uscire, questo andazzo è ripetitivo anche quando sono in casa. Sopratutto questi sintomi li ho anche in casa?
Posso stare tranquillo su un punto di vista cardiologico e concentrarmi sul punto di vista psicologico che è molto preoccupante?
Lei sostiene che eliminando l ansia si eliminino anche il resto?
Buongiorno

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sicuramente, ma deve consultare uno psichiatra che le prescriva una terapia che la guarira'.
Non puo' vivere cosi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 553XXX

Certo, ma prima di farlo dovevo escludere cause organiche e lei m ha aiutato a capire che non è il cuore il problema.
Grazie mille