Utente 558XXX
Buona sera, sono Maurizio e mi connetto da Piombino.
L'altezza e il peso li torverete li sù, per il resto non fumo e non bevo.. sono stato un grande sportivo e amante dello sport ma purtroppo dopo alcuni fatti mi sono dovuto fermare, passeggio al posto di fare sport.
Dopo alcuni avvenimenti molto storti nella mia vita che definisco complicata sin da ragazzino il tutto è culminato con una malattia per mia madre ora in via di guarigione, essendo figlio unico l'ho dovuta accudire io poichè mio padre lavora all'estero dato che in Italia non avevamo manco più mezza lira. Quindi da anni sono angosciato, ansioso, nervoso etc. Purtroppo mesi fà sono uscito completamente di fuori, ho tentato prima di togliermi la vita e poi avevo paura di vivere perchè forse stando sempre in ospedale per mia madre ho un' enorme paura di star male. Non riuscendo dunque a fermare queste ossessioni ipocondriache mi sono rivolto ad un mio amico per collocarmi in un centro privato d'igiene mentale dopo aver sganciati in pratica 200 euro per 3 sedute mi danno la diagnosi di ipocondria, angoscia e agorafobia. Pian pian con l 'aiuto di un prete a me molto caro amici e alcuni dottori che m'hanno aiutato ad escludere cause organiche sto molto meglio, come mia madre. Non ho ancora sconfitto il problema anche perchè le paure e le ossessioni accompagnate da ansia e angoscia ci sono. In questi mesi ho sentito anche sintomi per i quali credevo di avere qualcosa di cardiaco:
Tachicardia mentre sono seduto, magari non sono nemmeno ansioso in quel momento o forse lo sono dentro, chi lo sa.. . che va dai 90 ai 110 per poi avere un ritmo normale tutto il di sotto gli 80.
Quando mi alzo invece in qualsiasi momento e in qualsiasi umore invece i battiti variano da 75 a 90 e qui già chied, non sono troppi? per poi avere delle volte sopra i 90 ma massimo 110. Quando cammino sarà il moto, sarà il caldo ma sono minimo 140.. . anche se non li ho mai contati ma feci un holter che escluse aritmie.
La cosa che davvero mi turba sono i dolori, l'affanno e la pesantezza alla gambe che per uno sportivo e magro come ma paiono strani.
Ok che fra agorafobia e mia madre so stato 2-3 mesi ad uscire pochissimo ma come mai sopratutto il pomeriggio e sera se arrivo dal mi cugino a 10 minuti da casa sento affanno, gambe pesanti, fiatone come sentivo dopo 2 ore di allenamento al ritiro estivo?
Quando esco la mattina che cammino sotto il sole per più di 30 minuti non accuso nulla, dovrebbe essere il contrario.. .
Premetto che forse non sarò allenato ma m'aspetterei questa stanchezza se tornassi a giocare al pallone non di certo dopo 10 minuti di cammino. Per molti mesi son stato disteto e seduto anche per molto tempo quindi capisco che questo e lo stress possano creare dolori muscolari ma cosi mi sembra strano.
Ho fatto molte analisi del sangue nessun valore sballato, le milioni di visite al cuore sono ottime anche perchè giocavo prima.
Cos'è a parer vostro?
Un saluto

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare che tutti gli esami cardiologici che ha eseguito abbiano dato esito negativo.
Penso che il suo problema sia di tipo psicologico (Attacchi di panico con agorafobia) che vanno trattati da specialisti.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza