Utente
salve, pratico running da diversi anni, ora ne ho 60. il 25 di agosto ho sospeso attività sport per prepararmi a una polipectomia effettuata il 29 agosto. (dieta liquida, leggera per circa 7 giorni. nei primi giorni di settembre avverto capogiri, da momenti di confusone mentale, accosto questi disturbi alla dieta, ma proseguono nei giorni a seguire con una certa regolarità. il 10 inizio a misurare la pressione con strumento elettronico a casa, pressione abbastanza nella norma, 130-135/78-85, pulsazioni però basse, 40, 42. nei giorni a seguire. faccio visita dal cardiologo di fiducia (privato). : ecocardio: dilatazione radice aortica (3, 99cm) aorta ascendente bulbare (4, 2 cm) e dell'arco (3, 3cm). nella norma aorta discendente toraco-addominale. modesto ispessimento medio-intimale T. S. A. V. C. I. con fisiologiche escursioni respiratorie

velocimetro doppler: flusso anterogrado aortico nella norma, E/A<1 per disfunzione diastolica di 1 grado. modesto flusso retrogrado aortico e mitro- tricuspidale. P. A. P. S DERIVATA =17+5= 22MM HG

ventricolo sx di normali dimensioni, modesto incremento degli spessori pari e indici di massa ventricolare sx. cavità atriali dilatate. funzione longitudinale del ventricolo dx nella norma.
valvole atrio ventricolari: modesta ridondanza del lembo posteriore mitralico, condizionante lieve rigurgito valvolare, caratterizzato da jet centrale stretto.
tricuspide normale per morfologia e dinamica
con trascurabile rigurgito associato. ecg: asse elettrico equilibrato, posizione elettrica verticale. transizione rispettata, bradicardia sinusale con F. M. V. IVSx di 1 grado (p-q=0, 29sec) ripolarizzazione precoce. DIAGNOSI: cardiopatia ipertensiva ad impronta ipertrofica, insufficienza mitro-aortica di grado lieve, iniziale aneurisma dell'aorta ascendente bulbare. successivi esami: prova da sforzo esito: test interrotto al 66% fc massimale per eccesso aumento valori pressori (dp20. 960) raggiunto carico 100 watt. isolata extrasistola sopraventricolare durante la prova. no angor ne dispnea recupero nella norma. holter dinamico 24 h esito: ritmo sinusale a frequenza cardiaca media di 54 bpm (max di 92 bpm min di 42 bpm) conservata la circadianità e la variabilità della frequanza cardiaca. blocco atrio ventricolare di 1 grado, con isolato episodio di blocco
av di 2 grado tipo mobitz, condizionante pausa d 3 secondi. con questi risultati il cardiologo mi ha programmato l'impianto di un pacemaker, dieta povera di sale. attualmente le pulsazioni sono un po
aumentare, rispetto a un mese fa, variano tra i 50 e 59, nel corso della giornata, (sono a riposo) i
disturbi persistono sempre, si attenuano se sto seduto. non esistono alternative all'impianto invasivo per questo disturbo? e, una volta impiantato i disturbi decritti potrebbero un pochino diminuire?
a volte percepisco le pulsazioni sul petto (senso di vuoto) anche in assenza di sforzo fisco, mentre negli anni prima succedeva solo dopo prolungati sforzi fisici.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non e' ben chiaro se la pausa di 3 secondi sia stata regsitrata durante il giorno o la notte.
Inoltre non e' certo una singola pausa a determinare la indicazione ad impianto di PM.

Piuttosto la sua intensa attivita' fisica si e' fatta risentire sul suo cuore (non giovanissimo) in termini di aumento dello spessore e del volume ventricolare sinistro e della risuzione della eleasticita (compliance diastolica).

Il mio consiglio quindi e' di ripetere l'holter dopo un paio di mesi di astensione dalla sua attivita' sportiva

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, grazie per la risposta l'episodio della pausa di tre secondi, è stato registrato alle 6,40 di mattina,le pulsazioni erano 42,a quell'ora di solito sto ancora a letto a dormire.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quiindi non c'e' un indicazione, almeno al momento, all'impianto di uno stimolatore

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Salve il 14 scorso mi è stato impiantato presso ospedale di Catanzaro,pacemaker sorin kora 250 dr bicamerale(dal prericovero mi informavano della necessita dell'impianto).al giorno di dimissioni ,il 17 mi è stato fatto il controllo del pacemaker dallo stesso dott, che ha ha fatto l'impianto,tutto ok.precedente anche ECOcardio e d ECD.
oggi sono tornato previo appuntamento già in dimissione, per togliere i punti di sutura in sede di impianto senza altri controlli.
mi fissano il primo controllo del pacemaker per il 10 dicembre prossimo,al ritorno a casa oggi avverto capogiri discontinui,piccole percezioni di battiti sul petto.ma queste erano di già presenti sporadicamente anche prima dell'impianto.le pulsazioni(riposo) sono uguali ai giorni scorsi, 59-60 BTM(stabili)sul tesserino non è pero presente nessuna indicazione in tal senso(come numero di battiti al minuto) ma presumo che questi valori siano quelli configurati dal dott. la pressione e ok.attendo il controllo,o contatto il centro?purtroppo si impiega due ore per raggiungere questo centro, si puo ev.chiedere un controllo del pacemaker in un centro più vicino a casa?
sinceramente non so se è possibile e come fare.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Basta che lei telefoni al centro presso il quale lei è stato impiantato per chiedere come è stato impostato lo stimolatore
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza