Utente 560XXX
Buonasera nuovamente sono a scrivere un post.
È notte fonda e mi ritrovo ad avere una sensazione ai polpacci come se qualcuno me li stringesse continuamente.
Cammino e muovo bene le gambe senza dolore ma persiste la stretta soprattutto al sinistro.
La mia domanda è: essendo sotto rivaroxaban e antiaritmico per una fibrillazione atriale, mi hanno fatto una cardioversione.
Ora ciò che temo io è che possa aver sviluppato qualcosa di più
serio come una trombosi agli arti inferiori o qualcosa del genere! Inoltre ho dolori allo sterno ed alla schiena alta.
I sintomi specifici: senso di pressione ai polpacci, sensazione di mancamento, sensazione (erronea) di avere poca forza nel braccio sinistro. Aggiungo che non mi crea dolore o fatica camminare

1) La domanda che pongo è: è possibile che abbia una trombosi?


2) come dovrei eventualmente prevederla?


Grazie
Un Cosdiale Saluto

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
cosa c entra la trombosi con la fibrillazione atriale ? Inoltre lei è sotto anticoagulante ......


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 560XXX

Buongiorno dottore. Mi hanno spiegato che dopo una cardioversione è necessario rimanere attenti al pericolo trombi prendendo anticoagulanti, che però avrei potuto avere prima di questo evento, altre fibrillazioni di cui non mi fossi accorto e che già se ne sarebbero potuti essere formati altri anche se c’era una piccola possibilità! Ho misurato la pressione con un apparecchio certificato Omron (così c’è scritto) e mi segna una buona pressione ma un battito di 47 forse a causa del Bisoprolol 2,5mg che mi hanno dato... può essere anche quello forse il mio problema di poca forza.

Grazie dottore, mi spiace disturbarla così spesso

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La bradicardia e' legata alla dose di Beta Bloccante, il che puo' provocare astenia

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza