Utente
Salve, a novembre mi stata diagnosticata una cardiomiopatia ipertrofica apicale.
Non ho mai avuto sintomi, ho sempre fatto sport ed ho 34 anni.

Il cardiologo mi prescrive un betabloccante...
dato che non ho sintomi, secondo voi è giusta l’interpretazione del medico quale mi consiglia di assumere 1/2 pasticca di betabloccante.

Non vorrei sbagliare e/o poi essere costretto ad assumerlo a vita, o peggiorare la mia situazione...
il medico dopo la trafila, risonanza, cardiorespiratorio con ottimi risultati, dopo 4 mesi non mi ha ricontrollato le dimensioni delle pareti... alla luce dei consulti precedenti con voi, può essere che se le mie pareti abbiano ridotto le dimensioni e quindi aver confuso cmi con cuore d’atleta?

Sono 2 domande in una...

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma ne abbiamo parlato tempo fa.
Le hanno fatto dioagnosi di micardioptia ipertrofica apicale.
Diagnosi alla quale io devo attenermi perche' me lo riferisce lei e non ho alcun esame di supporto.
Se la diangosi fosse vera lei deve assumere beta bloccanti.
Non e' che debba, in realta, la vita e' sua, sarebbe consigliabile, questo e' piu' vero.
Ovviamente e' consigliabile che lei interrompa lo sport.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Certo, grazie.