Utente
Buongiorno Gentilissimi Dottori,
sono un ragazzo universitario, in questo periodo sto preparando un esame riguardante la Medicina dello Sport e vorrei chiedervi, se possibile, alcuni chiarimenti riguardo l'extrasistolia, in quanto vorrei approfondire le informazioni in mio possesso. I quesiti che vorrei porvi riguardo questa patologia sono i seguenti:

- quali accertamenti dovrebbero essere raccomandati ad un soggetto in caso di sospetta extrasistolia?

- se il soggetto pratica attività fisica è necessario raccomandare accertamenti ulteriori rispetto ad un soggetto che non pratica tale attività?

- quali sono i parametri che definiscono la verosimile benignità dell'extrasistolia, sia sopra-ventricolare che ventricolare?

- l'extrasistolia può, nel tempo, evolversi e aggravarsi spontaneamente?

- l'extrasistolia può arrecare danni al tessuto cardiaco del soggetto che ne soffre?

Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra disponibilità.

Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le rispondo con ordine:

1- Holter ed ECG sotto sforzo massimale

2 - no

3 -tipo di extrasistoli, ripetitivita' ed aumanetop durante 'aumento di frequenza , sotto sforzo

4- tutto in Medicina puo' cambiare, ovviamente

5 - no

Ma il Suo Professore di medicina dello Sport e' morto? Non puo' porre queste domade a lui?

Perche' gi' il priomo maggio le chiedeva informazioni....dal momento che lei non e' un paziente, ma un discente di un corso universitario le faccio presente che io non faccio ripetizioni. Non e' questo lo scopo del sito

Con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso