Utente
Buonasera.
Da quasi 2 anni combatto con problemi di natura psichiatrica (ipocondria in passato non controllata, attacchi di panico, paura di stare fuori casa) dovuti e delle spiacevoli situazioni che da anni vivo nella mia vita (a 10 anni ero sotto una psicologa).
Pur non avendo nessuna patologia la mia qualità di vita da due anni è ridotta.
Negli ultimi mesi sto meglio, esco, ho ripreso a lavorare come braccio destro in una pizzeria e sto molto meglio.
Durante questi anni ho perso, per stress etc, molti chili.
Oggi ne peso una cinquantina, sono stato in reparti di anoressia e tutto.
6 mesi fà mangiavo 5-6 cose, oggi mangio tutto ma non riesco a mettere peso.
i medici sostengano che mangi salutare ma le quantita dovrebbero essere maggiori.
Le analisi condotte dopo il grande dimagrimento non hanno riscontrato nulla, ne quelle sanguinee ne quelle allo stomaco ne quelle numerose al cuore.
Quelle al cuore le ho fatte perchè, essendo magro spesso mi affatico camminando o facendo uno sforzo ma gli esami numerosi con un holrter per le aritmie scongiurarono.
Venendo ad oggi, dagli esami dei quali vi ho parlato sono passati 10-11 mesi.
Nel frattempo, pur mangiando meglio e variato ho perso altri chili scendendo a 50-51.
L'ansia va meglio e riesco a controllarla e vincerla anche se spesso mi porta, come tutti gli ansiosi, tachicardia, sudorazione etc che a differenza di prima controllo e passa.
Volevo semplicemente sapere se sia a rischio di problemi cardiaci dato che una volta per ansia, uan volta per stanchezza, molto spesso il battito va più veloce.
Ho fatto notevoli miglioramenti grazie anche ai medici e penso e spero che, magari aumentando un po le dosi riuscirò a prendere peso.
Non fumo da 2 anni, non ho familiarità per casi di cuore in famiglia, tuttavia ho molti decessi per cancro.
Avverto delle extrsasitole ma so che spesso sono collegate alla digestione (soffro la sera di reflusso) anche se capitano anche quando non lo avverto e come ultimo sintomo spesso la mattina quando mi alzo all' in piedi ho il battito leggermente acellerato che passa durante il giorno.
Volevo sapere se possa stare sereno.
Grazie della lettura

Maurizio.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non mi pare che lei riferisca alcun sintomo cardiaco e non vedo perché debba essere a rischio a 20 anni

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso