Utente
Buongiorno,
a seguito di lieve versamento pericardico rilevato da ecocardiogramma effettuato a dicembre 2019 (tutti gli altri parametri rilevati risultavano nella norma), ho effettuato nuovo ecocardiogramma di controllo suggerito dallo specialista a distanza di 10 mesi (esame fatto qualche giorno fa).

Di seguito il referto:
"Proiezioni apicali mal valutabili.

Minimo versamento pericardico.

Ventricolo sinistro normale per spessori parietali, dimensioni, cinetica regionale e indici di funzione sistolica (FE biplana: 58%).
Funzione diastolica nella norma.

Apparati valvolari normali per morfologia e caratteristiche velocimetriche del flusso.

Bulbo aortico e aorta ascendente di normali dimensioni.

Ventricolo destro normale per dimensioni e indici di funzione sistolica.

Atrio sinistro e destro di normali dimensioni".

Domande (che non ho potuto rivolgere al medico refertante perché l' accertamento è stato fatto da un tecnico che mi ha consegnato la diagnosi dopo qualche giorno -struttura ospedaliera convenzionata):
dopo 10 mesi il versamento pericardico non doveva assorbirsi, o queste cose restano per lungo tempo o per sempre?

sono necessari ulteriori accertamenti (comunque 10 mesi fa ho effettuato Holter e ECG sotto sforzo con esiti di normalità)?

Infine, posso continuare a praticare moderata attività fisica (faccio 30 min di corsa non veloce quasi ogni giorno)?

Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
In Italia le ecografie NON vengono eseguiti da un tecnico (negli USA si invece)

Un minimo versamento pericardico (peraltro non c'e alcun valore in millimetri) e' di comune riscontro nelle cografie e non presenta carattere patologico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie!